Newsletter del 27.08.2014

Notizie di attualità del 27.08.2014

Formazione professionale di base

27.08.2014

Frontalieri: maggiorenni nella formazione professionale ticinese

Secondo le indicazioni fornite dal Consiglio di Stato ticinese, il tasso di maggiorenni frontalieri è nettamente maggiore a quello dei maggiorenni residenti in Svizzera. Questa situazione solleva domande relative alla formazione gratuita dei frontalieri e alle loro condizioni di lavoro. Il Consiglio federale nella sua risposta sottolinea che le aziende sono libere di scegliere chi formare e che per legge l’insegnamento obbligatorio è gratuito, indipendentemente da nazionalità e formazioni precedenti.
Risposta del Consiglio federale
Per le misure prese dal Consiglio di Stato ticinese si veda il Comunicato stampa del 6 maggio o la NL del 14 maggio 2014

27.08.2014

Settore sanitario: provvedimenti contro la carenza di personale

Rispondendo a un’interpellanza sulla carenza di personale qualificato nel settore sanitario, il Consiglio federale indica che i partner della formazione professionale stanno elaborando delle misure per sviluppare l’attività di formazione e di potenziare le persone qualificate con l’aiuto del Masterplan "Formazioni professionali sanitarie" e l’iniziativa che mira a far fronte a tale carenza. La risposta comprende altre informazioni, come quelle relative ai costi delle diverse offerte di formazione professionale nel settore sanitario.
Risposta del Consiglio federale

27.08.2014

Newsletter Qualità della SEFRI: qualità della formazione in azienda

Come viene garantita la qualità nella parte aziendale della formazione professionale? In che modo le aziende formatrici e di stage vengono sostenute dalle associazioni, dai Cantoni e dalle scuole? Quali strumenti ha a disposizione l’azienda? La nuova Newsletter Qualità risponde a queste domande sulla scorta di esempi. Inoltre un articolo approfondisce i motivi che portano allo scioglimento del contratto di tirocinio nell’edilizia.

27.08.2014

Ordinanza emanata: pittore gessatore

La SEFRI ha emanato le ordinanze sulle formazioni professionali di base di pittore AFC, aiuto pittore CFP, gessatore-costruttore a secco a secco AFC e aiuto gessatore CFP. Le ordinanze entreranno in vigore il 1°gennaio 2015, le procedure di qualificazione entreranno in vigore il 1° gennaio 2017 e 2018. Le versioni stampate potranno essere ordinate nelle prossime settimane presso l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) e saranno accessibili sul sito della SEFRI. Il piano di formazione potrà essere consultato a partire da settembre sul sito dell’Associazione svizzera imprenditori pittori e gessatori.

27.08.2014

Formazione professionale di base commerciale a impostazione scolastica: indagine conoscitiva

La SEFRI ha sottoposto a indagine conoscitiva l’ordinanza sulla formazione professionale e il piano di formazione concernente la formazione professionale di base di impiegato di commercio AFC a impostazione scolastica (FOS). Le modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2015 e forniranno un unico piano di formazione per tutte le FOS, indipendentemente dall’istituzione di formazione. L’ordinanza è stata modificata per tenere conto dei cambiamenti inseriti nel piano di formazione. L’indagine conoscitiva scade il 30 settembre. I documenti possono essere scaricati qui.

27.08.2014

Formazione professionale di base nel settore dell'elettricità: indagine conoscitiva

La SEFRI ha avviato l'indagine conoscitiva relativa alle modifiche delle ordinanze e dei piani di formazione delle professioni di installatore elettricista AFC, elettricista di montaggio AFC, pianificatore elettricista AFC e telematico AFC. La documentazione è stata rielaborata tenendo conto delle esperienze raccolte negli ultimi anni. La SEFRI prenderà nota delle osservazione fino al 16 ottobre 2014. La documentazione può essere scaricata qui.

27.08.2014

Piani di formazione per il settore della panetteria-pasticceria-confetteria: modifiche pubblicate

L’esperienza ha dimostrato la necessità di apportare modifiche ai piani di formazione relativi alle professioni di panettiere-pasticciere-confettiere CFP e panettiere-pasticciere-confettiere AFC. Le modifiche, approvate dalla SEFRI, sono entrate in vigore il 1° agosto 2014. I piani di formazione saranno pubblicati sul sito (francese/tedesco) dell'Associazione svizzera dei maestri panettieri-confettieri.

27.08.2014

Piano di formazione di pittore decoratore di teatro: modifiche pubblicate

La SEFRI ha approvato più modifiche del piano di formazione di pittore decoratore di teatro AFC, che entreranno in vigore il 1° settembre 2014. Le modifiche sono applicabili alle persone che hanno iniziato la formazione dopo il 1° gennaio 2012. Il piano di formazione riveduto sarà pubblicato sul sito (tedesco) dell’Associazione svizzera dei pittori di scenari.

27.08.2014

Prevenire gli incidenti delle persone in formazione

Il rischio di essere coinvolti in un incidente sul lavoro, nel caso dei giovani alle prime armi, è decisamente maggiore rispetto al rischio che corrono i colleghi più esperti. Ogni anno sono 24'500 le persone in formazione vittime di un incidente sul lavoro. Da un anno la campagna di sensibilizzazione "be smart work safe" mira a promuovere la sicurezza sul lavoro presso i giovani lavoratori. "Safe at work" è un label comune della CFSL, della SECO e dei Cantoni a favore di una maggiore sicurezza sul lavoro.

27.08.2014

Persone in formazione soddisfatte dell’azienda formatrice e della scelta professionale

Due studenti della scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale hanno analizzato il grado di soddisfazione delle persone in formazione nella Svizzera tedesca in relazione all’azienda formatrice e alla scelta professionale. L’inchiesta è stata effettuata su mandato della piattaforma Yousty. A tale scopo, dopo un sondaggio online, è stato analizzato un campione di 800 candidati. Gran parte delle persone in formazione sono soddisfatte del loro posto di lavoro. Il grado di soddisfazione è fortemente legato all’impegno dimostrato da parte dei formatori.

27.08.2014

BE: primo AFC di meccanico di produzione attraverso la validazione degli apprendimenti acquisiti

La parte francofona del Canton Berna sta aprendo la strada alla validazione delle competenze acquisite nel settore della meccanica e della filettatura. Le esperienze fatte nella professione di meccanico di produzione sono positive. Il progetto si basa sulla stretta collaborazione tra diversi attori (ufficio della formazione professionale, Swissmem, Swissmechanic, centri d’informazione e d’orientamento professionale, esperti in campo di meccanica / filettatura, periti della cultura generale, ecc.).

27.08.2014

JU: incoraggiare le imprese a offrire posti di formazione

Il Canton Giura, come il resto della Svizzera, deve far fronte allo squilibrio tra offerta e domanda di posti di formazione professionale. Oggi, in diversi settori il problema non è la carenza di posti di formazione, bensì la mancanza di candidati. Un buon 26% delle aziende offrono la formazione professionale (la media nazionale è del 18%). L’ufficio cantonale della formazione professionale e l’ufficio dell’orientamento scolastico e professionale vogliono offrire una migliore informazione a giovani, genitori e aziende per mezzo di un nuovo opuscolo. Inoltre la borsa dei posti di formazione online è stata completata da nuove informazioni.

27.08.2014

SH: nuova regolamentazione per la maturità professionale

Il Consiglio di Stato ha deciso di cambiare l’ordinanza sulla formazione professionale entro il 1° gennaio 2015. Il programma quadro rilasciato dalla Confederazione per la maturità professionale fornisce la base per l’insegnamento e gli esami nelle formazioni riconosciute. Di conseguenza vi è la necessità di riorganizzare i cicli di formazione presso il centro di formazione e la scuola di commercio. In futuro il Canton Sciaffusa offrirà i seguenti tre indirizzi: tecnica, architettura e life sciences – economia e servizi – sanità e sociale.
Comunicato stampa

27.08.2014

TI: inchiesta sulle intenzioni dei neodiplomati del settore professionale

Lo IUFFP, su mandato della Divisione della formazione professsionale (DFP), ha realizzato un’inchiesta presso i neoqualificati della formazione professionale ticinese. L’inchiesta, condotta nell’ambito dell’Azione ARI, mira a ottenere un’istantanea della situazione e a indicare i giovani che potrebbero avere bisogno di un sostegno durante la ricerca di lavoro. Dall’inchiesta risulta che in maggio il 54,5% delle persone censite aveva già trovato un posto di lavoro o di studio, il 41,8% desidera un sostegno nella ricerca di lavoro, tra coloro che hanno trovato un impiego il 90,5% ha trovato lavoro nella professione appresa e l’83,4% è stato assunto direttamente dall’azienda formatrice. Il 22,8% degli intervistati intende proseguire gli studi. Per ulteriori informazioni e i risultati delle inchieste precedenti a confronto si veda qui.

27.08.2014

VD: formazione e maturità professionale sono sufficientemente riconosciute?

Un’interpellanza basata sui dati statistici domanda per quale motivo il Canton Vaud presenta il minor numero di candidati alla maturità professionale nella svizzera romanda. Nella sua risposta il Consiglio di Stato interpreta i dati diversamente e sottolinea le peculiarità cantonali relative all’ammissione alla maturità professionale o alle offerte cantonali delle scuole universitarie che possono influenzare la scelta degli allievi e dei loro genitori.
Risposta del Consiglio di Stato

27.08.2014

VS: la scuola di agricoltura entra nella rete "Europea"

La rete "Europea International" raggruppa oltre mille centri di formazione agricola in 22 Paesi, offrendo a persone in formazione e a studenti la possibilità di seguire degli stage all’estero e scoprire culture diverse. Quest’estate, l’Ecole d’agriculture du Valais (Châteauneuf e Viège) ha lanciato il progetto "Europea Switzerland" in collaborazione con altri istituti. Vi hanno aderito la Fondazione rurale intergiurassiana, Inforama Berna e l’Ecole d’ingénieurs di Changins. La rete svizzera spera di contare presto sull’adesione di nuovi membri tra le istituzioni di formazione delle professioni verdi.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

27.08.2014

Germania: campagna per il riconoscimento delle qualifiche professionali

Il portale per le informazioni relative al riconoscimento di formazioni professionali estere è stato ampliato. Ai sensi della legge sul riconoscimento "Anerkennungsgesetzes" ora sono disponibili informazioni esaurienti sul riconoscimento dei titoli italiani, polacchi, rumeni, spagnoli e turchi in Germania. Le informazioni sono pubblicate nelle lingue nazionali delle diverse nazioni. Oltre all’offerta online vi è la possibilità di ordinare i materiali informativi che illustrano in modo chiaro la procedura in versione cartacea.
Comunicato stampa

27.08.2014

Germania: manuale per la compensazione degli svantaggi

La nuova pubblicazione sulla compensazione degli svantaggi per persone con handicap nella formazione professionale "Nachteilsausgleich für behinderte Auszubildende – Handbuch für die Ausbildungs- und Prüfungspraxis" dell’istituto tedesco per la formazione professionale (BIBB) offre esempi concreti e soluzioni applicabili, commenti delle situazioni pratiche e altre informazioni di approfondimento. Il manuale è rivolto alle persone attive nella formazione professionale, ai rappresentanti delle professioni, ai membri delle commissioni d’esame e della formazione professionale, ai formatori e alle stesse persone in formazione. Una parte importante del manuale è dedicato alle limitazioni psicologiche. Si veda anche la pubblicazione equivalente uscita in Svizzera.

Formazione professionale superiore e continua

27.08.2014

SwissSkills Berna 2014: esposizioni speciali

SwissSkills Berna 2014 ospita l’esposizione speciale "Formazione professionale superiore e continua". Strutturata come una città, presenta diversi quartieri che corrispondono ai vari settori professionali del panorama formativo. All’interno della città vengono presentate le biografie di sei personaggi. Seguendo le loro orme i visitatori possono esplorare la città della formazione e apprendere in tal modo le varie opportunità della formazione professionale superiore e continua. Una seconda esposizione speciale è dedicata alle professioni di nicchia.

27.08.2014

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni del mondo del lavoro hanno presentato alla SEFRI i disegni di regolamento concernenti l’esame professionale superiore di terapista complementare con diploma federale e l’esame professionale di responsabile per l’impegno della teleferica forestale con attestato professionale federale.
Fogli federali del 19 e del 26 agosto 2014

27.08.2014

Nuova offerta di formazione continua relativa alla gestione e alla pianificazione dell’educazione

La "Hochschule Wirtschaft" di Lucerna, l’alta scuola pedagogica di Zugo e la scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale propongono un nuovo ciclo di studi relativo alla gestione e alla pianificazione dell’educazione (CAS Educational Governance) che potrebbe interessare anche i collaboratori della formazione professionale. I contenuti della formazione si concentra sul punto d’incontro tra il management e la politica dell’educazione. Il ciclo di studio si orienta sia alle istituzioni di formazione private che pubbliche. Si vedano anche i cicli di studio dell’Università di Ginevra sui sistemi e la pianificazione dell’educazione.

Formazione generale e scuole universitarie

27.08.2014

Ammissione agli studi SUP con maturità liceale

Nella sua risposta a un'interpellanza, il Consiglio federale spiega che, in materia d'ammissione, le SUP impongono le condizioni relative a un'esperienza lavorativa per i candidati che hanno conseguito la maturità liceale. Inoltre, il Governo rileva che manca ancora una standardizzazione a livello nazionale dei requisiti che riguardano l'anno di pratica professionale. Entro la fine del 2014, dovrebbero essere adottate e trasmesse alla SEFRI delle raccomandazioni uniformi.
Risposta del Consiglio federale

27.08.2014

Informatica: accesso alle SUP senza esperienza pratica

È stato lanciato un progetto pilota in cui i titolari di una maturità liceale che desiderano studiare informatica presso una scuola universitaria professionale non devono più svolgere l’anno di pratica. La domanda presentata da "Fernfachhochschule Schweiz (FFHS)" è stata accolta a causa della carenza di personale qualificato. A partire dall’autunno 2015 gli interessati potranno accedere direttamente agli studi di informatica presso la FFHS, senza precedente attività lavorativa. L’esperienza pratica sarà integrata nel ciclo di studi, anche attraverso posti di stage presso la Posta. Questo è quanto scrive la "Sonntagszeitung" del 17 agosto 2014.

27.08.2014

Sudiare medicina: gli studenti si recano all’estero

Un numero sempre maggiore di giovani svizzeri che non superano il test attitudinale per accedere agli studi di medicina vuole seguire una formazione all’estero. Questo è quanto ci dice un’agenzia tedesca specializzata nel collocamento di studenti nelle università. Un semestre costa 10'000 euro, più il servizio di collocamento. Dopo alcuni semestri in un paese dell’Europa dell’est è possibile postulare un posto di studio in Germania anche per i cittadini svizzeri. Un’abilitazione ottenuta in questo modo viene riconosciuta in Svizzera. Questo è quanto è riportato dal settimanale "NZZ am Sonntag" del 17 agosto 2014.

27.08.2014

Medicina: richiesto il libero accesso ai risultati delle ricerche

L’Accademia Svizzera delle Scienze Mediche (ASSM) chiede agli editori e alle redazioni scientifiche di accelerare il passaggio all’"open access": i risultati delle ricerche andrebbero pubblicate su siti aperti al pubblico o su riviste online a libero accesso. Una presa di posizione dell’ASSM (francese/tedesco) propone diverse forme di pubblicazione open access e provvedimenti da prendere.

27.08.2014

Legge sulle scuole universitarie: situazione attuale dell’accreditamento

La Legge sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario (LPSU) dovrebbe entrare in vigore a inizio 2015. In questo modo l’accreditamento delle scuole universitarie svizzere avverrà su nuove basi. Nel 2012 la SEFRI aveva incaricato l’Organo di accreditamento e di garanzia della qualità delle istituzioni universitarie svizzere (OAQ) di elaborare, d’intesa con i vari gruppi d’interesse, un progetto di modifica delle direttive di accreditamento entro la fine del 2014. Fondamentalmente si tratta di definire chi in futuro potrà attribuirsi la denominazione di università, SUP o ASP. Il direttore del OAQ Christoph Grolimund nelle SEFRI News fa il punto della situazione attuale.

27.08.2014

VD: nuovo ciclo di studi bilingue francese-inglese

Fin da questo rientro scolastico, la maturità liceale bilingue francese-inglese viene ad aggiungersi alla maturità bilingue francese-tedesco. Il secondo anno si svolgerà in un paese anglofono. Il terzo anno, gli allievi seguiranno una parte dei corsi in inglese e redigeranno il lavoro di maturità in questa lingua. Da parte loro, gli allievi della scuola di cultura generale e di commercio come pure le persone in formazione hanno la possibilità di effettuare lo stage in paesi anglofoni o germanofoni.
Comunicato stampa

Orientamento

27.08.2014

Margrit Stamm: i genitori influiscono sul reclutamento

Mentre negli ultimi anni il numero di liceali è leggermente aumentato (raggiungendo la quota del 20%) nella formazione professionale vi è una carenza di persone da formare. Questa situazione, secondo Margrit Stamm è dovuta anche alle preferenze dei genitori e alle loro scarse conoscenze del sistema educativo. Secondo Stamm i genitori andrebbero coinvolti sistematicamente nella preparazione alla scelta professionale che sarebbe a sua volta da anticipare. Inoltre, secondo Stamm, nelle guide sulla scelta professionale non si darebbe il dovuto peso ai pro e ai contro dei vari curricoli. Questi sono due degli argomenti tratti dal Dossier (tedesco) "Nur (k)eine Berufslehre! – Eltern als Rekrutierungspool" di Margrit Stamm e collaboratrici.

27.08.2014

Pubblicità su orientamento.ch?

I dirigenti dell’orientamento professionale, universitario e di carriera in Svizzera hanno pareri discordanti sulla domanda se ammettere la pubblicità o meno su orientamento.ch. Il presidente Marc Chassot ha presentato alla CDPE un elenco di pro e contro. Questo è quanto risulta da una notizia della CDOPU Kurznachrichten Nr. 2/2014.

27.08.2014

Due congressi sulla diagnostica a Zurigo

Nel 2015 a Zurigo si terranno ben due congressi sulla diagnostica: il 5° Congresso zurighese sulla diagnostica si terrà dal 23 al 24 aprile ed è organizzato dalla Scuola universitaria professionale zurighese per le scienze applicate. Tra i relatori sono annunciati anche Julius Kuhl e Andreas Hirschi. La 13a European Conference on Psychological Assessment ECPA13 si terrà dal 22 al 25 luglio ed è organizzata da Willibald Ruch in collaborazione con l’Università di Zurigo. Nel quadro di quest’ultima conferenza è possibile abbonarsi alla specifica newsletter.

27.08.2014

GE: lottare meglio contro l'insuccesso scolastico

A Ginevra, più di 1000 giovani lasciano ogni anno il livello secondario II senza aver conseguito alcun diploma. La nuova struttura "Lullin" accoglierà, fin da quest'anno, i giovani a rischio di insuccesso e proporrà loro un sostegno individualizzato. Si tratta di una prima misura che mira a garantire la formazione obbligatoria fino a 18 anni, iscritta nella Costituzione. Altra constatazione: il 25% degli allievi che iniziano una formazione liceale non la porta a termine. Per ridurre questi insuccessi e dei riorientamenti, le condizioni di passaggio da un grado all'altro sono state inasprite e le bocciature sono state limitate. Altre misure sono previste: una valutazione del nuovo ciclo d'orientamento predisposto nel 2011, un migliore orientamento scolastico e una valorizzazione della formazione professionale duale.
Comunicato stampa

27.08.2014

ZH: nuova app per chi cerca un posto di formazione

Una nuova applicazione per smartphone aiuta gli allievi dell’ottava e della nona classe del Canton Zurigo a scegliere la professione e a cercare un posto di formazione. L’applicazione ricorda ai ragazzi le scadenze importanti relative alla ricerca della professione, mostra i posti vacanti per gli stage d’orientamento e mette a disposizione altre indicazioni utili. L’applicazione è stata elaborata dall’orientamento del Canton Zurigo in collaborazione con altri servizi specializzati.

Mercato del lavoro

27.08.2014

Indicatori del mercato del lavoro 2014: strumento di orientamento nella giungla dei dati

Nel 2013 sono state effettuate 198 milioni di ore straordinarie, ciò corrisponde a 105'000 posti di lavoro a tempo pieno. Questo è quanto risulta dal nuovo documento Indicatori del mercato del lavoro 2014 (versione completa in tedesco e francese). La pubblicazione offre una panoramica sui temi come lo sviluppo congiunturale, i salari, la disoccupazione, il tasso di stranieri o le forme di attività e contiene commenti e valutazioni. Secondo tale documento sarebbe sbagliato pensare che la disoccupazione sarebbe potuta essere eliminata attraverso la diminuzione delle ore straordinarie. Il lavoro straordinario è spesso un fenomeno passeggero; vi sono inoltre delle discrepanze tra i profili di qualificazione richiesti e quelli disponibili.

27.08.2014

La Svizzera è anche un paese da cui si emigra

Com’è cambiato il mercato del lavoro dal 2008? A questa domanda risponde una pubblicazione dell’UST: "Indicatori del mercato del lavoro 2014, Risultati commentati per il periodo 2008-2014”. Questo documento ci mostra che tra il 2008 e il 2013 ogni anno sono immigrate tra le 135'000 (2009) e le 172'000 (2011) persone attive, mentre sono emigrate tra le 93'000 (2011) e le 111'000 (2012) persone attive. Il salario mediano lordo standardizzato più alto si trova a Zurigo (6349 franchi al mese), mentre quello più basso si trova in Ticino (5076 franchi al mese).

27.08.2014

Gestione della salute in azienda: nuovo test on-line

Le aziende dispongono ormai di uno strumento per tracciare un bilancio della situazione in materia di gestione della salute dei loro collaboratori. La fondazione Promozione Salute Svizzera ha appena lanciato il test on-line "Check GSA" che si presenta sotto forma di questionario. Le domande coprono campi come il clima di lavoro, la prevenzione dello stress o la gestione delle assenze. Il Check GSA è disponibile in due versioni, una per le imprese che contano fino a 100 collaboratori, e l'altra per quelle più grandi.
Comunicato stampa

27.08.2014

Lavoro: una persona su due è esposta a rischi per la salute fisica

Un po’ più della metà della popolazione occupata, sul posto di lavoro è spesso confrontata a rischi per la salute fisica. Si tratta del 10% in più rispetto ai dati rilevati nel 2007 (42%). Questo è quanto risulta dall’Indagine sulla salute in Svizzera 2012 svolta dall’UST. Chi è toccato da questi rischi dichiara due volte e mezzo più spesso di non godere di un buono stato di salute generale. Dal 2007 il tasso di persone che temono di perdere il lavoro  (13%) non è invece aumentato.

27.08.2014

Creazione di società: in Svizzera lo spirito d'impresa è vigoroso

Secondo la società di consulenza e di informazioni economiche Bisnode, lo spirito d'impresa resta vivace in tutta la Svizzera. Da gennaio al luglio 2014, 24'964 nuove società sono state iscritte al registro di commercio, cioè 3% in più rispetto all'anno scorso. Nello stesso periodo, il numero di fallimenti è calato del 9% a 3405 casi.

27.08.2014

50'000 donne rimangono a casa anziché avviare una carriera

Sempre più donne che hanno compiuto studi universitari o in un scuola universitaria professionale scelgono di diventare casalinghe e occuparsi dei figli, piuttosto che affrontare una carriera professionale. L'informazione è riportata dal quotidiano 20 minuti (edizione romanda). Nel 2013, erano quasi 50'000 donne a trovarsi in questa situazione in Svizzera, secondo recenti cifre dell'UST. A titolo comparativo, erano soltanto 32'000 le donne ad avere fatto questa scelta nel 2003.

27.08.2014

Indagine di Manpower: un'impresa svizzera su tre fatica a reclutare

Un'impresa svizzera su tre incontra difficoltà nel reclutamento di personale adeguato, questo è quanto risulta dall'indagine di Manpower Svizzera che ha sondato 752 imprese nel primo trimestre 2014. Mondialmente, il 36% dei datori di lavoro ha difficoltà a coprire posti di lavoro vacanti. Fra le imprese sondate, il 33% conferma questa valutazione, contro il 37% nel 2013. Gli operai qualificati occupano il vertice della graduatoria per il quinto anno consecutivo, mentre al secondo posto figurano i quadri e dirigenti per il secondo anno consecutivo. I tecnici tornano per contro a occupare il terzo posto della classifica.

Integrazione professionale

27.08.2014

AI: la quota di reinserimento professionale è inferiore del previsto

Con la 4a e la 5a revisione della Legge federale sull'assicurazione invalidità (AI), l'effettivo delle rendite d'invalidità è diminuito molto di più del previsto; per contro, gli effetti della revisione AI 6a sono stati sopravvalutati. È questo il bilancio intermedio stilato dall'Ufficio federale delle assicurazioni sociali a due anni dall'entrata in vigore della revisione AI 6a. In questo periodo gli uffici AI hanno approvato un maggior numero di provvedimenti a favore dell’integrazione professionale di chi percepisce una rendita. I risultati a medio termine potranno però essere valutati solamente nel quadro del bilancio intermedio previsto a fine 2015 o della valutazione finale.

27.08.2014

Statistica approfondita sulla disoccupazione nel 2013

Nello scorso anno il 3,2% della popolazione attiva era disoccupato – lo 0,3% in più rispetto all’anno precedente. Il totale dei beneficiari del reddito dell’assicurazione contro la disoccupazione nel 2013 ammontava a 34'679 persone (nel 2012 erano 32'236). Questi dati si trovano nella nuova pubblicazione dell’UST "Chômage en Suisse 2013 / Arbeitslosigkeit in der Schweiz 2013". Essa illustra definizioni metodiche, indicazioni su temi come lavoro ridotto, settori, differenze regionali ed età.

27.08.2014

I richiedenti d'asilo impiegati nell'agricoltura al posto dei lavoratori stranieri

L’Ufficio federale della migrazione ha proposto agli agricoltori di impiegare rifugiati riconosciuti e richiedenti d’asilo ammessi provvisoriamente; a tale proposito è stato elaborato un progetto pilota che avrà inizio l’anno prossimo. In questo modo non si vuole solo sostituire il personale che verrà a mancare in seguito al voto popolare contro l'immigrazione di massa, ma si vogliono anche integrare meglio i rifugiati riconosciuti nel mercato del lavoro. Per ulteriori informazioni si veda qui (tedesco).

27.08.2014

Rifugiati: è possibile una migliore integrazione professionale

Alla fine del 2012 abitavano in Svizzera circa 50'000 rifugiati e persone ammesse provvisoriamente. Il tasso di occupazione di queste 50'000 persone è molto basso, ma nel corso degli ultimi dieci anni è nettamente aumentato (persone con permesso F: 25%, rifugiati: 47% e persone con permesso B: 60,8%). Questo è quanto ci mostra il nuovo studio su persone ammesse provvisoriamente e rifugiati "Erwerbsbeteiligung von anerkannten Flüchtlingen und vorläufig Aufgenommenen auf dem Schweizer Arbeitsmarkt". Da tale studio emerge che lo status delle persone è un fattore che influenza moltissimo l’integrazione sul mercato del lavoro; lo studio consiglia, inoltre, di equiparare l’accesso al mercato del lavoro delle persone con permesso B, persone ammesse provvisoriamente e i casi di rigore a quello delle persone con permesso C. Da un’ottica orientata esclusivamente all’integrazione ottimale nel mercato del lavoro andrebbe pretesa l’abolizione dello status di persona ammessa provvisoriamente.

27.08.2014

130'000 persone sono toccate dalla povertà nonostante il lavoro

Nel 2012 in Svizzera 590'000 persone, ovvero il 7,7 % della popolazione, sono toccate da povertà reddituale; 130'000 di esse sono occupate. Questo è quanto riferisce la pubblicazione "La povertà in Svizzera, Risultati 2007-2012". La soglia della povertà media per le persone singole ammontava a 2200 franchi al mese e per due adulti e due bambini era di 4050 franchi. Dall’inizio del rilevamento dei dati nel 2007 (9,3%) il tasso di poveri è diminuito dell’1,6%. Il tasso di povertà tra le persone occupate è diminuito dell'1,3% raggiungendo la quota del 3,5%.

Varie

27.08.2014

Giornata internazionale dell'alfabetizzazione

Quest’anno la riflessione per la Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, che si terrà il 14 settembre, si è orientata sull’importanza delle parole nella vita di tutti i giorni e sulla constatazione che il mondo che ci circonda è fatto di parole che chiedono di essere comprese e interpretate. Per l’occasione la rivista Cooperazione si è prestata a dedicare un concorso fotografico al tema "Un mondo di parole". Per informazioni relative al programma si veda qui.