Newsletter del 28.09.2011

Notizie di attualità del 28.09.2011

Formazione professionale di base

28.09.2011

Avviata la riorganizzazione della formazione presso la Confederazione

L'odierno Dipartimento federale dell'economia (DFE), a partire dal 1° gennaio 2013 si chiamerà DEFR, ossia Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca. La nuova denominazione, decisa dal Consiglio federale, rispecchia il fatto che dal 2013 gli ambiti della formazione, della ricerca e dell'innovazione saranno riuniti nel DFE. Il Dipartimento ha affidato la direzione del progetto di riorganizzazione a Hans Werder. L'ex Segretario generale del DATEC ha infatti un'esperienza pluriennale e approfondita nell'Amministrazione federale.

28.09.2011

Ordinanza: Cartaia AFC/Cartaio AFC

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha deciso l'entrata in vigore dell'Ordinanza sulla formazione professionale di base Cartaia/Cartaio con attestato federale di capacità (AFC) per il 1° gennaio 2012. Nelle prossime settimane l'Ordinanza sarà messa a disposizione in versione stampa dall'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) nonché pubblicata nell'elenco delle professioni dell'UFFT.

28.09.2011

Professioni agricole: nuovo sito Internet

Con il motto “la natura. il nostro futuro. la tua professione” l'organizzazione del mondo del lavoro AgriAli- Form informa sui diversi settori professionali nell'agricoltura. Accanto alla formazione professionale di base vengono illustrate anche le possibilità di formazione continua, nonché la possibilità di orientarsi verso l'agricoltura biologica. Eventuali modifiche nella formazione professionale di base sono comunicati mediante una Newsletter.

28.09.2011

ZG: un’inchiesta analizza la situazione delle persone in formazione

L'inchiesta Charta Berufschance Zug ha intervistato tutte le imprese con più di 4 collaboratori, di cui fanno parte tutte le aziende formatrici del Canton Zugo. Hanno partecipato all'inchiesta 682 imprese, di cui il 52% ha dichiarato di avere delle persone in formazione, oltre alle persone in formazione, molte aziende hanno anche delle persone in stage o cosiddetti trainee. L'inchiesta di quest'anno si è concentrata sul tema della mobilità delle persone in formazione. Secondo l'ufficio della formazione professionale, nel Canton Zugo, uno su tre contratti di tirocinio viene stipulato con una persona proveniente da un altro Cantone.

28.09.2011

FR: 50 anni di partenariato pubblico-privato

L'Associazione del Centro professionale cantonale del Canton Friborgo (ACPC) ha festeggiato i suoi 50 anni di vita. Creata nel 1961, l'ACPC ha lo scopo di contribuire al finanziamento della formazione professionale. Il suo successo è merito dell'insieme degli attori economici friborghesi, veri e propri pionieri nella creazione di un fondo a beneficio della formazione professionale. Questo fondo è finanziato in misura proporzionale tra Stato, comuni di domicilio delle persone in formazione, comuni in cui risiedono le aziende formatrici e datori di lavoro pubblici e privati, sottoforma di contributo padronale. Dal 1961, l'ACPC ha investito sui 140 milioni di franchi negli edifici previsti per l'insegnamento professionale.
Ulteriori informazioni

28.09.2011

VD: stage europei per persone in formazione svizzere

Per la prima volta, due persone impegnate nella formazione duale, seguiranno un anno di formazione completo all'estero. Grazie al sostegno di Swiss Occidental Leonardo, due giovani che stanno imparando il mestiere di operatore in automazione presso la ditta Bobst SA di Losanna, svolgeranno il loro terzo anno di formazione in Germania. I due giovani lavoreranno presso Fischer & Krecke, società specializzata in soluzioni di stampa per l'industria degli imballaggi con materiali flessibili e cartoni prestampati. Le conoscenze professionali saranno dispensate grazie a un sistema d'apprendimento a distanza, concepito dal Centre professionnel du Nord vaudois (CPNV).
Sono qui disponibili ulteriori informazioni sull'offerta di stage presso aziende estere.

28.09.2011

GE: danzatrice AFC, formazione in ballo contemporaneo

Il Canton Ginevra ha l'onore di accogliere, con la ripresa scolastica, 10 allieve e 2 allievi che seguiranno una formazione di danzatrice/danzatore con la specializzazione in danza contemporanea. L'insegnamento è dispensato dal Centre de formation professionnelle arts appliqués. Si tratta di un unicum per la Svizzera romanda (Zurigo propone un AFC in danza classica): questo nuovo curriculum permette di ottenere un AFC, con la maturità professionale integrata seguendo una formazione triennale. Dieci candidati hanno già optato per il percorso con maturità.

Formazione professionale superiore e continua

28.09.2011

Nuove pubblicazioni sulla formazione professionale superiore

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha pubblicato un nuovo opuscolo sulla formazione professionale superiore. L'opuscolo comprende aspetti e informazione interessanti, quali:
- percorsi formativi e requisiti
- situazione dei titolari di una formazione professionale superiore sul mercato del lavoro
- collaborazione tra Confederazione, Cantoni e organizzazioni del mondo del lavoro
- finanziamento
- posizionamento della formazione professionale superiore a livello internazionale
I grafici illustrano i fatti e le cifre principali.

28.09.2011

Regolamenti in consultazione

L'associazione ICT Formazione professionale Svizzera ha presentato all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) un disegno di regolamento concernente i seguenti esami:
- Informatico/informatica in tecnica dei sistemi e delle reti TIC con AFC
- Informatico/informatica in sviluppo delle applicazioni TIC con AFC
- Informatico/informatica di gestione con AFC
- Mediatico/mediatica con AFC
Ulteriori informazioni

Formazione generale e scuole universitarie

28.09.2011

Seconda formazione quale insegnante: definizione di regole comuni

I Cantoni vogliono definire regole comuni per le persone provenienti da ambiti professionali diversi dall'insegnamento, che intendono intraprendere la professione d'insegnante a livello prescolastico, primario o secondario I. In occasione della seduta dell'8 settembre 2011, il Comitato della CDPE ha posto in consultazione le seguenti proposte di modifica delle disposizioni in materia di riconoscimento dei diplomi: riduzione della formazione mediante validazione delle competenze acquisite in modo non formale, ammissione in base al dossier e accesso a un ciclo di studi che unisce formazione e attività d'insegnamento. Queste proposte riguardano persone che seguono un'attività professionale, che hanno almeno 30 anni e che dispongono di un'esperienza professionale pluriennale.
Comunicato stampa

28.09.2011

Studi di medicina: record di candidati

Quest'anno le Università di Basilea, Berna, Friborgo e Zurigo hanno realizzato per la quattordicesima volta un test di idoneità per gli studi di medicina. La segreteria generale della CRUS ha assegnato i posti per le quattro Università in base ai risultati del test. A causa del nuovo record di candidati, solo il 38 per cento ha ottenuto un posto e 102 persone sono state indirizzate in università diverse da quelle prescelte. Dal 2010 il test di idoneità per gli studi di medicina è obbligatorio anche per accedere all'Università di Ginevra. Esso non svolge alcuna azione selettiva, tuttavia fornisce un resoconto indicativo sulle prestazioni personali prima dell'inizio degli studi.
Ulteriori informazioni (tedesco)

28.09.2011

SG: nuove procedure di ammissione al livello secondario II

L'esame di ammissione nel Canton San Gallo per la Fachmittelschule (scuola media specializzata), la Wirtschaftsmittelschule (scuola media di commercio) e la Berufsmittelschule (scuola di maturità professionale) sarà uniformato e spostato da febbraio a settembre dell'anno precedente.
L'attuale data dell'esame riduce infatti al minimo le possibilità di accedere ad alternative adeguate (ad esempio ad un posto di formazione) per i candidati che non superano la procedura d'ammissione. I doppioni e le insicurezze che emergono quando gli allievi cercano anticipatamente soluzioni alternative sono improduttivi e sgradevoli per tutte le parti interessate. Rinviando la data dell'esame si pone rimedio a questa scomoda situazione. Gli esami di ammissione seguiranno il nuovo modello a partire dall'anno prossimo.
Comunicato stampa (tedesco)

28.09.2011

Cambiamento alla testa della HES-SO

Il Comitato strategico della Haute école spécialisée de Suisse occidentale è stata presieduta per nove anni da Anne-Catherine Lyon, capo del Dipartimento della gioventù e della cultura del Canton Vaud. Recentemente sono stati nominati il nuovo presidente e il nuovo vicepresidente: si tratta rispettivamente di Claude Roch (VS) e di Philippe Gnaegi (NE).
Ulteriori informazioni

28.09.2011

Haute école Arc: iscrizioni record

Dal 2005, anno della creazione dell'istituto Haute école Arc, si è registrato per questo nuovo anno accademico, in data 15 settembre, il record di studenti iscritti, 1974, di cui 1304 in formazione di base bachelor e master. Gli effettivi sono in crescita in tutti e quattro i settori della formazione. La HE-Arc, che rappresenta la Haute école spécialisée (HES) dei Cantoni Neuchâtel, Giura e Berna, accoglie nel dettaglio 606 studenti in gestione, 365 in ingegneria, 290 nel settore sanitario e 43 in quello della conservazione e restauro. Con questi dati incoraggianti, l'istituto festeggia degnamente il suo spostamento nella nuova sede inaugurata il 16 settembre in prossimità della stazione di Neuchâtel.
Comunicato stampa

28.09.2011

Progetto di mentorato all’Università di Ginevra

L'Università di Ginevra offre un programma di mentorato destinato a facilitare la transizione dei diplomandi verso l'impiego. Gli studenti sono messi a confronto con professionisti diplomati ansiosi di condividere le loro conoscenze del mondo professionale e di accompagnare i diplomandi nella realizzazione del loro progetto professionale. Questo programma è proposto da Uni- Emploi, struttura comune dell'Ufficio di orientamento, formazione professionale e continua (OFPC) e dell'Università di Ginevra, d'intesa con Alumni Unige, l'associazione dei diplomati dell'Università.
Ulteriori informazioni e il bilancio dell'anno 2010 sul sito di Uni-Emploi.

Orientamento

28.09.2011

Progetto "profilo delle competenze"

Profilo delle competenze per la formazione professionale di base” è il nome di un nuovo strumento previsto che aiuta i giovani durante la scelta professionale. Si tratta di uno strumento informatico interattivo che facilita la scelta professionale e aiuta ad evitare la scelta sbagliata. Con tale strumento i giovani possono confrontare le proprie competenze e i rendimenti scolastici con il profilo delle competenze della professione ambita. Sono promotori del progetto l'Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM) e la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE)

28.09.2011

CSFO Edizioni: nuove pubblicazioni

È disponibile un nuovo dvd sulla professione di Posatrice/posatore di pavimenti – parchetti AFC (i/f/t). In tedesco è uscita la nuova edizione riveduta del Classico dell'orientamento Berufliche Ausbildungen für Erwachsene, BAE, in francese invece è uscita la nuova edizione dell'opuscolo De l'école aux cours professionels. Sono disponibili due nuovi dossier informativi Infomappe sullo sport e le scienze del movimento in tedesco e un nuovo cahier du choix professionnel Nature et sciences in francese. In entrambe le lingue sono inoltre disponibili numerosi nuovi pieghevoli sulle professioni tra cui uno sulla professione di Operatore socio assistenziale assistenza all'infanzia Kindererzieher/in. Per ordinazioni e ulteriori informazioni si veda: shop.csfo.ch

28.09.2011

Cinfo: promemoria sulla formazione continua

Il Centro d'informazione, di consulenza e di formazione (Cinfo) per le professioni della cooperazione internazionale in un nuovo promemoria (francese/ tedesco) propone nuovi stimoli sul tema della formazione continua nella cooperazione internazionale. Nel promemoria si sottolinea l'importanza di chiarire la situazione iniziale e gli obiettivi da raggiungere, si evidenziano altre possibilità di formazione e si pone l'accento sui criteri per la scelta di un corso o un ciclo di studi. Per la fase di accesso alla cooperazione internazionale, come anche per altri settori professionali, vale quanto segue: una formazione continua senza esperienza professionale molto spesso non serve a niente.

28.09.2011

Nuovo futuro

La Giornata nazionale Nuovo futuro vuole incoraggiare le ragazze e i ragazzi a scegliere una professione che superi il ruolo tradizionalmente assegnato all'uomo e alla donna, vuole incoraggiarli ad ampliare il loro orizzonte e a pianificare il loro futuro al di fuori dei ruoli stereotipati. Quest'anno la Giornata nazionale Nuovo futuro avrà luogo il 10 novembre 2011 con un programma simile a quello dell'anno scorso. La Giornata è organizzata dagli uffici per la parità dei Cantoni Appenzello- Esterno, Berna, Basilea-Campagna, Friborgo, Ginevra, Grigioni, Lucerna, Nidvaldo, Obvaldo, San Gallo, Ticino, Vaud e Zurigo, nonché dalla Città di Berna. L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) dà un contributo finanziario.

28.09.2011

GE: attestato di riconoscimento delle attitudini professionali

L'Ufficio di orientamento, formazione professionale e continua di Ginevra ha creato un attestato, l'Attestation de reconnaissance d'attitudes professionnelles, che permette di assistere i giovani con difficoltà scolastiche e sociali quando si apprestano a entrare nella vita professionale quotidiana. A beneficio di questi giovani, il GSI (Gestion du suivi individualisé) ha recentemente creato un Carnet de route professionnelle (un vero e proprio diario di viaggio professionale). Il carnet è ora completato – e qui sta la novità – con un attestato di riconoscimento delle attitudini professionali. L'attestato convalida le competenze acquisite sulla base di uno specifico dizionario delle competenze.

Mercato del lavoro

28.09.2011

Contro la carenza di personale qualificato

Il nostro paese deve sfruttare al meglio il suo potenziale di mano d'opera nazionale per rimediare alla carenza di professionisti. Il rapporto Du personnel qualifié pour la Suisse, invita a rilevare il livello di qualificazione dei lavoratori attivi e ad aumentare il tasso d'occupazione del personale impiegato a tempo parziale. Tale rapporto, redatto dal Dipartimento federale dell'economia, propone inoltre alcuni metodi per integrare nel mercato del lavoro giovani senza attività professionale e disoccupati, adulti disoccupati privi di una formazione professionale, genitori con compiti educativi, chi intende reinserirsi nel mondo del lavoro e lavoratori anziani.

28.09.2011

Rivalorizzare le condizioni di lavoro

Secondo i delegati dell'organizzazione Travail Suisse, migliorando le condizioni di lavoro si potrebbe contribuire ad affrontare la sfida demografica. La carenza di 400'000 persone negli effettivi delle aziende, prevista per il 2030 toccherà anche i settori che garantiscono la qualità di vita come gli ospedali, le scuole o i trasporti.
Per impiegare alla meglio il potenziale della mano d'opera indigena, i datori di lavoro devono investire nella salute, nella motivazione e nella formazione degli impiegati. I datori di lavoro devono trovare le condizioni che permettono una compatibilità ideale tra lavoro e famiglia. E si impongono a loro volta le condizioni di lavoro adeguate all'età degli impiegati, per una salute migliore e una maggiore durata del servizio.
Comunicato stampa

28.09.2011

Le autorità del mercato del lavoro vogliono garantire l’impiego

Durante la prima Giornata delle autorità del mercato del lavoro, svoltosi a Ittingen (TG) il 15 settembre 2011, il Consigliere federale Schneider-Ammann ha dedicato il suo discorso alla garanzia dell'impiego. L'aumento previsto (e ormai accordato dal Parlamento) per l'assicurazione contro la disoccupazione vuole segnalare alle aziende di mantenere la loro attività in Svizzera. Schenider-Amman precisa che il lavoro ridotto aiuta sia a mantenere i posti di lavoro che a custodire il know how. L'incontro era stato organizzato dall'Associazione degli uffici svizzeri del lavoro AUSL, dalla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) e dal Canton Turgovia.
Comunicato stampa

28.09.2011

Austria: diminuisce il tasso di disoccupazione

In Austria, il numero di disoccupati medio nel 2010 ammontava a 250'782 persone. Ciò equivale a un tasso di 6,9% (Svizzera: 3,9%). Confronto all'anno precedente il numero dei disoccupati è diminuito del 3,7%. Questo è ciò che ci dice l'inchiesta Die Arbeitsmarktlage 2010 (la situazione sul mercato del lavoro 2010) del reparto Ricerca sul mercato del lavoro e informazioni sulle professioni del servizio AMS Österreich. Solo un quinto dei disoccupati sono stranieri (Svizzera: 43%). La quota dei disoccupati a lungo termine è del 19% (Svizzera: 22%).

Integrazione professionale

28.09.2011

Assistenza sociale, più beneficiari nelle città

In 13 città osservate in base alla politica sociale dall'iniziativa delle città, il numero dei beneficiari di assistenza sociale nel 2010 è aumentato del 2 % rispetto all'anno precedente. Questo è quanto ci dice l'Unione svizzera degli imprenditori nella sua ultima Newsletter. Ci sono però delle grandi differenze tra le singole città, mentre a Berna, Bienne e Losanna si è registrato un aumento, nelle città di Basilea e San Gallo i beneficiari sono diminuiti. Le parti più a rischio sono le famiglie con molti figli e genitori divorziati, uomini celibi, genitori divorziati, persone senza formazione e stranieri.

28.09.2011

Profilo di rischio dei disoccupati

I giovani adulti tra i 18 e i 25 anni in media sono disoccupati per periodi più brevi rispetto ad altre fasce d'età. Essi però beneficiano piuttosto spesso dell'assistenza sociale, in seguito a un periodo di disoccupazione. Questo è dovuto al fatto che i giovani spesso accettano situazioni di lavoro precarie. Le persone più anziane invece superano di gran lunga la media dei disoccupati a lungo termine e beneficiano poi dell'assistenza sociale. Le persone più a rischio, tra le altre, sono le persone divorziate con obblighi di mantenimento e le persone straniere di Paesi non appartenenti all'UE/ AELS. Queste e ulteriori informazioni si trovano in un articolo di La vie économique (francese/tedesco).

28.09.2011

AG: dopo la formazione a livello secondario II

Da alcuni anni il Canton Argovia svolge l'inchiesta STEP in cui vengono intervistati tutti gli allievi che finiscono le scuole dell'obbligo pubbliche. Ora per la prima volta è stata svolta l'inchiesta STEP II, per la quale sono stati intervistati tutti i titolari di una formazionelivello secondario II. Secondo STEP II il 15 % dei giovani intervistati, al momento dell'inchiesta (maggio 2011), non aveva ancora progetti concreti per la via professionale dopo la formazione. Un quinto di chi ha seguito una formazione con CFP o una formazione empirica aveva intenzione di seguire una formazione professionale con AFC.
Informazioni su STEP II
Rapporto (tedesco)

Varie

28.09.2011

Congresso nazionale sullo scambio 2011

Il Congresso nazionale sullo scambio è la piattaforma di formazione continua e informazione per i futuri insegnanti o quelli già in funzione di tutti i livelli, per gli orientatori professionali e ora anche per gli insegnanti delle scuole professionali e i formatori in azienda. In alcuni rami, i piani di studio prevedono una parte sempre più importante per lo scambio professionale, sia in un'altra regione linguistica del paese, sia in Europa. Il Congresso affronterà le questioni relative all'attuazione pratica degli scambi. Delle aziende sperimentate in campi specifici presenteranno le loro esperienze. Il Congresso offrirà inoltre l'occasione per presentare le misure d'incoraggiamento e i programmi disponibili in Svizzera e in Europa.
Il programma del Congresso, qui. Iscrizioni all'indirizzo: kongress@chstiftung.ch