Newsletter del 19.01.2011

Notizie di attualità del 19.01.2011

Formazione professionale di base

19.01.2011

Procedure di qualificazione della formazione professionale

Stando al rapporto finale "Evaluation der Qualifikationsverfahren in der beruflichen Grundbildung" (Valutazione delle procedure di qualificazione) pubblicato nel 2010 (solo in francese e tedesco), la qualità delle procedure di qualificazione andrebbe migliorata. Nel 2011 saranno trattate tematiche come la trasparenza, la complessità, l'attuabilità nonché il controllo e il sostegno mirato da parte dei periti di esame, affinché tali procedure siano ottimizzate e ulteriormente sviluppate. È inoltre prevista l'inserzione di provvedimenti efficaci e diretti alla pratica e di proposte in una guida o in un manuale. Tale incarico è di competenza di un gruppo di lavoro formato da partner della Confederazione, nello specifico dai Cantoni (CSFP), dai partner sociali (SQUF, sindacati della formazione) e dalla Confederazione (UFFT).

19.01.2011

Programmi quadro specifici per la maturità professionale

Nei prossimi mesi dodici gruppi di lavoro elaboreranno i programmi quadro specifici per l'insegnamento per la maturità professionale e le direttive per il lavoro interdisciplinare e la maturità professionale plurilingue. In merito, il gruppo direttivo ha approvato i principi e i valori di riferimento per l'elaborazione dei programmi quadro e delle tabelle delle lezioni, che permettono di distribuire le lezioni in base alle materie e le ore di studio in base agli ambiti di formazione di base, di approfondimento e complementari nonché in base al lavoro interdisciplinare. I gruppi di lavoro hanno a disposizione un modello di strutturazione e una direttiva. I documenti sono disponibili online. I gruppi di lavoro consegneranno i loro progetti alla fine di marzo 2011.

19.01.2011

Valutazione della formazione professionale di base biennale con CFP

A distanza di cinque anni dalla sua introduzione, è ormai disponibile una valutazione della formazione professionale di base biennale con CFP. Gli scopi principali che l'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) si è prefitto con tale valutazione sono due: da un lato verificare se gli obiettivi della formazione professionale biennale sono stati conseguiti e dall'altro identificare il potenziale di miglioramento di questo nuovo tipo di formazione. La valutazione è stata descritta nel dettaglio nel numero 6/2010 della rivista Panorama.
Informazioni (la sintesi del rapporto e le attività successive sono disponibili in italiano, l'allegato e il rapporto finale solo in tedesco)

19.01.2011

Finora sono 147 le professioni con un nuovo regolamento

Entro la fine del 2010 sono entrate in vigore 31 nuove ordinanze sulla formazione professionale. I lavori di riforma sono ancora in corso: finora 147 formazioni professionali su circa 226 sono disciplinate da una nuova ordinanza e nel 2012 e 2013 dovrebbero aggiungersene ancora 45. L'UFFT ha pubblicato una lista aggiornata di tutte le ordinanze sulla formazione professionale già in vigore.

19.01.2011

Consultazioni e indagini conoscitive

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha sottoposto a parere i seguenti disegni di ordinanza sulla formazione professionale:
- ottico per strumenti di precisione AFC;
- marinaio/a della navigazione interna AFC;
- parrucchiere/a CFP;
- addetto alle cure sociosanitarie CFP.
Il termine di consultazione scade, nell'ordine, il 7, 15 e 18 marzo 2011. I documenti possono essere consultati e scaricati qui.
Dal 1° gennaio 2011 sono in vigore le seguenti modifiche:
- operatore/operatrice socioassistenziale AFC (modifica del piano di formazione del 16 giugno 2005);
- assistente di studio veterinario AFC (modifica dell'ordinanza e del piano di formazione del 17 settembre 2007).
Il piano di formazione operatore/operatrice socioassistenziale AFC sarà messo a disposizione nelle prossime settimane sul sito internet dell'organizzazione mantello del mondo del lavoro Savoir social. Sempre prossimamente, sarà messa a disposizione sul sito dell'UFFT l'ordinanza modificata relativa alla formazione di assistente di studio veterinario AFC. L'UFFT ha inoltre emanato l'ordinanza che fungerà da base legale per i progetti pilota di formazione professionale di base di addetto alle cure sociosanitarie CFP già iniziati nel 2010 o che inizieranno nel 2011.

19.01.2011

Case Management Formazione professionale: finanziamento

L'UFFT ha pubblicato le condizioni di finanziamento del Case Management Formazione professionale per la fase di consolidamento 2012–2015. L'ammontare del contributo federale per ogni Cantone è determinato al 78% dalla dimensione del gruppo target e al 22% dalla composizione socioculturale dei giovani. Durante i quattro anni di consolidamento la Confederazione mette a disposizione un importo complessivo di 15 milioni di franchi. L'ammontare dei contributi è subordinato al rispetto delle condizioni poste.

19.01.2011

ZH: ordinanza sul fondo per la formazione professionale

Il Consiglio di stato ha emanato l'ordinanza sul fondo per la formazione professionale conformemente alla legge d'applicazione della legge sulla formazione professionale. Le disposizioni sono entrate in vigore il 1° gennaio 2011. Assieme ai fondi dei diversi settori d'attività, il fondo cantonale garantisce che tutte le aziende versino un contributo di solidarietà alla formazione PANORAMA.attualità 3 professionale. L'ordinanza disciplina l'esecuzione, designa gli organi, stabilisce il finanziamento del fondo per la formazione professionale e chiarisce le questioni procedurali. Lo scopo del fondo cantonale per la formazione professionale è alleggerire il carico delle aziende formatrici dando loro contributi provenienti dal fondo per le spese di formazione.
Comunicato stampa

19.01.2011

Meccatronici d'automobili AFC: proposta di modifica

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha sottoposto a procedura d'indagine conoscitiva fino al 31 gennaio 2011 diverse proposte di modifica del piano di formazione di meccatronico d'automobile AFC. La necessità di un adattamento è stata constatata nel quadro della formazione relativa all'utilizzo dei liquidi refrigeranti e durante l'elaborazione dei documenti relativi alla procedura di qualificazione. L'Unione professionale svizzera dell'automobile (UPSA) e la Commissione svizzera per lo sviluppo professionale e la qualità hanno quindi deciso di adottare le modifiche. Il piano di formazione modificato può essere scaricato qui. Le modifiche proposte entreranno in vigore una volta approvate e saranno applicate alla prima procedura di qualificazione del 2011.

19.01.2011

La formazione professionale agli occhi di Human Resources

Nella sua ultima edizione, la rivista della Schweiz. Gesellschaft für Human Resources Management ha dato particolare importanza al concetto dello sviluppo della formazione professionale; trattando i temi come la formazione informale, la qualificazione su ampia scala, l'internazionalizzazione della formazione, la formazione professionale superiore ecc.
Persorama HR Swiss (numero 4, inverno 2010/11, in tedesco e francese)

Formazione professionale superiore e continua

19.01.2011

Regolamenti d'esame in consultazione

Le associazioni competenti hanno presentato presso l'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia i seguenti disegni di modifica concernenti il regolamento d'esame:
- specialista della previdenza in favore del personale con attestato professionale federale;
- manager in logistica con attestato professionale federale specializzazione distribuzione, magazzino e produzione;
- redattore/redattrice di testi pubblicitari con attestato professionale federale;
- specialista in diagnostica neurofisiologica con attestato professionale federale.
Per ulteriori informazioni si vedano i seguenti fogli federali: 14 dicembre, 21 dicembre e 28 dicembre 2010.

19.01.2011

L'UFFT approva il programma quadro Tecnica

Il 24 novembre 2010 l'UFFT ha approvato il programma quadro Tecnica (in tedesco e francese) completato dagli ultimi otto indirizzi. Il PQ Tecnica è quindi terminato e conta non meno di 15 indirizzi. Tale piano è il risultato di un lavoro pluriennale condotto dalla Conferenza SSS Tecnica. Le competenze descritte dal PQ Tecnica sono state discusse con una ventina di associazioni mantello.
Ulteriori informazioni: Conferenza SSS Tecnica

19.01.2011

Specialisti della formazione professionale: bando di concorso per le procedure di qualificazione 2011

Nel mese di novembre 2010 è stata portata a termine con successo la prima procedura di qualificazione ufficiale di "Specialista della formazione professionale con attestato professionale federale". È prevista un'altra procedura di qualificazione che si terrà in settembre 2011. Quest'ultima sarà proposta solo in lingua tedesca, poiché in Svizzera romanda e italiana non ci sono abbastanza candidati. I documenti per l'iscrizione alla procedura di qualificazione 2011 possono essere scaricati sul sito della CSFP (in tedesco e francese). Il termine di iscrizione è il 15 febbraio 2011.

Formazione generale e scuole universitarie

19.01.2011

Bologna: quasi tutti fanno un master

Secondo la pubblicazione Bologna-Barometer 2010 (in tedesco e francese) dell'Ufficio federale di statistica, la maggior parte degli studenti con un titolo di bachelor proseguono gli studi per ottenere un master. Il 90% degli studenti supera il master con successo. La riforma quindi non ha né abbreviato né allungato il periodo di studi.

19.01.2011

Riforma di Bologna: applicazione nelle scuole universitarie professionali

Il "Bologna-Report Fachhochschulen 2010" (Rapporto di Bologna Scuole universitarie professionali 2010) (in tedesco e francese), pubblicato da poco, descrive l'applicazione della riforma di Bologna nelle scuole universitarie professionali (SUP). Il rapporto, il primo nel suo genere sull'impatto di Bologna in questo tipo di scuole, è stato realizzato su mandato della Conferenza dei Rettori delle Scuole Universitarie Professionali Svizzere (KFH) e tratta i temi della struttura dei curricoli di studio, della mobilità, della garanzia della qualità, della dimensione sociale degli studi, dell'accesso allo studio e dell'apprendimento costante. Il bilancio della KFH sull'applicazione della riforma nelle SUP è positivo; la KFH evidenzia tuttavia la necessità di migliorare i curricoli di studio, il modello di finanziamento e l'equivalenza dei titoli a livello europeo. Parere della KFH (in tedesco e francese)

19.01.2011

Handicap: poche persone di riferimento presso le scuole universitarie

La Zürcher Hochschule für Angewandte Wissenschaften ZHAW ha pubblicato uno studio (in tedesco e francese) sull'accessibilità delle scuole universitarie per le persone portatrici di handicap. Dallo studio emerge che una gran parte delle scuole intervistate non dispone PANORAMA.attualità 4 di una persona di riferimento per le persone portatrici di handicap. La maggior parte delle scuole garantisce però agevolazioni nel curriculum e durante gli esami. Gli autori dello studio consigliano di definire un ufficio di riferimento e di creare uno scambio di esperienze tra le varie scuole universitarie. Lo studio è stato fatto su mandato di AGILE, l'associazione mantello delle organizzazioni svizzere di aiuto reciproco e handicap.

19.01.2011

FR: creazione di un fondo per il sostegno dell'innovazione

Il governo del Cantone Friborgo ha deciso di creare un fondo per il sostegno dell'innovazione. Tale fondo è dotato di 3 milioni di franchi e finanzia i progetti scientifici che le imprese del Cantone sviluppano in collaborazione con le scuole universitarie cantonali (scuola universitaria tecnica e d'architettura, scuola universitaria dell'economia, università). Il Consiglio di Stato raccomanda agli imprenditori, ovvero alle PMI, di fare miglior uso delle competenze delle scuole universitarie e a fare più sovente appello al sapere specialistico dei diversi istituti di formazione friborghesi.
Comunicato stampa

Orientamento

19.01.2011

Programmi di scambio: attuali fonti d'informazione

Scambi nazionali ed europei: la 'Fondazione ch per la collaborazione confederale' si occupa ora della partecipazione della Svizzera ai programmi europei per la formazione generale, professionale ed extrascolastica dei giovani e ha lanciato una piattaforma internet al riguardo. Il precedente progetto StudEx non sarà più portato avanti.
Scambi extraeuropei: Intermundo, l'associazione mantello svizzera per la promozione dei programmi di scambio giovanili, ha sviluppato sul suo sito internet un nuovo strumento di ricerca dei vari programmi. Inserendo l'età, la destinazione e il tipo di programma desiderati, si ottiene una lista delle offerte corrispondenti ai criteri di ricerca.
Informazioni sui programmi di scambio nazionali ed europei
Informazioni (in francese e tedesco) sui programmi di scambio extraeuropei

19.01.2011

Mercato del lavoro

19.01.2011

Disoccupazione in calo nel 2010

Nel 2010 la situazione sul mercato del lavoro si è stabilizzata e complessivamente, da gennaio a ottobre 2010, il numero dei disoccupati è calato. Nel mese di dicembre 2010, però, il tasso di disoccupazione ha subito un leggero aumento (148'636 unità), passando dal 3,6% del mese di novembre al 3,8%. Rispetto a dicembre 2009, il numero di disoccupati nel mese in rassegna è comunque diminuito del 14%. L'aumento a fine 2010 è essenzialmente riconducibile a fattori stagionali, come la riduzione dell'attività edilizia.
In media, nel 2010, la quota di disoccupazione è stata pari a 3,9%.
Comunicato stampa

19.01.2011

Crescita record del lavoro temporaneo

L'anno scorso in Svizzera, da gennaio a fine novembre, il lavoro temporaneo è aumentato del 15,5%. La crescita rispetto al 2009 è pari al 25,5%. Si tratta delle cifre più elevate registrate finora, fatta eccezione del mese di settembre 2006 in cui le ore di impiego furono superiori.
Comunicato stampa si Swisstaffing
(in francese e tedesco)

19.01.2011

Sono i lavoratori a pagare per la crisi

Nel 2009, a livello mondiale, i salari reali sono aumentati solamente dell'1,6% (contro il 2,8% nel 2007, prima dello scoppio della crisi). Senza tenere conto della Cina, la crescita sarebbe solo dello 0,7%. Sono queste le cifre dell'ultimo rapporto dell'Organizzazione mondiale del lavoro (ILO). "La recessione ha avuto ripercussioni drammatiche anche per quei milioni di lavoratori che non hanno perso il loro posto di lavoro. La crisi ha ridotto il loro potere d'acquisto e diminuito la qualità di vita", ha dichiarato il direttore generale dell'ILO Juan Somavia.
Comunicato stampa (in francese e tedesco)

19.01.2011

Il certificato medico può essere messo in dubbio

Il lavoratore che si assenta dal lavoro per malattia deve presentare un certificato medico. Se il datore di lavoro ha dei dubbi a proposito del certificato, può esigere che il lavoratore sia visitato da un medico di fiducia, anche se tale procedura non è disciplinata dal contratto di lavoro. Un eventuale rifiuto del lavoratore a sottoporsi all'ulteriore visita giustificherebbe i dubbi del datore di lavoro. A giungere a tale decisione è stato il tribunale cantonale di San Gallo.
Sentenza in "Schweizer Arbeitgeber" (tedesco)

Integrazione professionale

19.01.2011

Reintegrazione più rapida dei disoccupati infortunati

I disoccupati vittime di un infortunio devono essere reinseriti più velocemente nel mercato del lavoro. La Suva e la Seco, nell'ambito di un progetto congiunto e in accordo con gli uffici regionali di collocamento (URC), mirano a contenere le indennità giornaliere grazie a una migliore assistenza degli interessati. Il tempo di inabilità al lavoro dei disoccupati infortunati è superiore di una volta e mezzo di quello di chi ha un impiego ed è altresì vittima di un infortunio. I primi percepiscono in media le indennità giornaliere per un periodo di 69 giorni, mentre i secondi solo per 44 giorni. L'infortunio subito da una persona disoccupata costa quindi in media 8300 franchi, ossia quasi il doppio rispetto alla media per le persone con un lavoro (4800 franchi).
Comunicato stampa

19.01.2011

Candidature: la prima impressione conta

Dallo studio condotto dalla società di recruitement specializzato Robert Half su un campione di oltre 2800 manager nel settore del personale e in quello finanziario in 13 paesi, emerge che l'asticella per i documenti della candidatura è posta in alto. La maggior parte dei responsabili del personale di Germania (67%), Svizzera (59%) e Austria (50%) decide in cinque o dieci minuti se vale la pena rileggere attentamente una candidatura o se va subito scartata. Tradotto per i candidati, il messaggio è questo: i documenti devono essere redatti con cura e i propri punti forti vanno messi in rilievo in modo convincente. Un semplice errore di battitura può significare un rifiuto nel processo di selezione.
Comunicato stampa (solo in tedesco)

19.01.2011

Soddisfazione elevata della propria qualità di vita vs. rischio di povertà

Nel 2009, in Svizzera, tre persone su quattro si dicevano pienamente soddisfatte della loro vita. Ciononostante, il 6,7% della popolazione era confrontata a privazioni materiali notevoli. Questi risultati emergono da un'indagine dell'Ufficio federale di statistica (UFT), che ha studiato per la prima volta su vasta scala le condizioni di vita, prendendo in considerazione i concetti di benessere e di distribuzione del reddito. Secondo i criteri dell'Unione europea, il tasso di rischio di povertà in Svizzera è pari a 14,6%. I gruppi sociali più esposti al rischio sono gli appartenenti a famiglie monoparentali (31,7%), i cittadini extraeuropei (30,5%) e gli anziani che hanno superato i 65 anni di età e vivono soli (32,8%).
Comunicato stampa

19.01.2011

Adeguamento al rincaro per i beneficiari dell'assistenza sociale

La Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale COSAS raccomanda un nuovo meccanismo per la regolazione dell'adeguamento al rincaro: a partire dal 1° gennaio 2011 il rincaro deve essere adeguato contemporaneamente e in percentuale uguale a quello delle prestazioni complementari di AVS e AI. A seguito delle indicazioni di COSAS, il "forfait di mantenimento" è quindi stato aumentato dell'1,75%. L'obiettivo di COSAS è la parità tra le persone che beneficiano dell'assistenza sociale.
Comunicato stampa (in francese e tedesco)

19.01.2011

Aiuto sociale: crescita debole

Nel 2009, in Svizzera 230'019 persone hanno beneficiato di prestazioni di aiuto sociale, per una quota di aiuto sociale pari al 3%. Si tratta del primo – seppur molto modesto – incremento dal 2006: nel 2008 la quota di aiuto sociale era del 2,9%. Come emerge dai dati dell'Ufficio federale di statistica (UST), l'evoluzione nei Cantoni e nelle varie classi di età non è stata uniforme. La classe di età dai 56 ai 64 anni ha registrato un importante aumento percentuale di beneficiari dell'aiuto sociale rispetto all'anno precedente.
Comunicato stampa

Varie

19.01.2011

Nuova brochure per l'AUSL

L'Associazione degli uffici svizzeri del lavoro AUSL presenta i servizi che offre, le proprie attività e i temi principali in una nuova brochure. L'AUSL, in qualità di associazione mantello moderna, costituisce una piattaforma tra i Cantoni, la Confederazione e altre istituzioni, e ne promuove la collaborazione e gli scambi. La brochure dà maggiore visibilità all'AUSL presso i collaboratori delle autorità cantonali e federali del mondo del lavoro. La brochure è disponibile in tedesco, francese e italiano (prossimamente) e può essere scaricata direttamente dal nuovo sito internet dell'AUSL.

19.01.2011

Introduzione del numero d'identificazione delle imprese

Conformemente alla Legge federale sul numero di identificazione delle imprese (LIDI), a partire dal 1° gennaio 2011 sarà attribuito un numero di identificazione univoco e trasversale a ogni impresa in Svizzera. Questa numerazione contribuisce allo sviluppo dell'e-government (amministrazione digitale) e al miglioramento dello scambio elettronico di dati. Il registro IDI, in cui si possono attribuire, gestire e ricercare numeri di identificazione, è accessibile al pubblico via internet. Attualmente sono già registrate circa 500000 imprese o "unità IDI" attive; il registro continuerà a essere aggiornato fino all'inserimento di tutte le imprese.
Comunicato stampa

19.01.2011

TI: aggiornamento del "Repertorio siti Internet"

È stata pubblicata la 21° edizione, ampliata e aggiornata, del "Repertorio siti Internet" della Divisione della formazione professionale del Canton Ticino. Nel repertorio sono segnalati i siti di maggiore interesse per la formazione professionale (circa 500 link e 200 rimandi), divisi per tema e accompagnati da una breve descrizione e dall'indicazione della lingua in cui sono consultabili.