Newsletter del 29.02.2012

Notizie di attualità del 29.02.2012

Formazione professionale di base

29.02.2012

Indagine conoscitiva sul Quadro nazionale delle qualifiche QNQ

Il Dipartimento federale dell'economia ha avviato l'indagine conoscitiva sull'ordinanza relativa al Quadro nazionale delle qualifiche per i titoli della formazione professionale. L'ordinanza crea le condizioni per migliorare il posizionamento e la comparabilità internazionale dei titoli svizzeri della formazione professionale. L'indagine conoscitiva si concluderà il 15 maggio 2012. Il Quadro nazionale delle qualifiche (QNQ-CH) e il supplemento al diploma per i titoli della formazione professionale mirano a migliorarne la trasparenza e la comparabilità internazionale. Il QNQ è una griglia composta da otto livelli. D'ora in poi ogni titolo formale della formazione professionale (CFP, AFC, attestato professionale federale, diploma) verrà associato a uno di questi livelli. Inoltre, per ogni titolo verrà rilasciato un supplemento al diploma che consentirà ai datori di lavoro di valutare più facilmente le competenze specialistiche del candidato.
Articolo nell rivista PANORAMA in francese, in tedesco) La procedura simile prevista in Germania (DQR).

29.02.2012

Panorama nazionale sulla formazione allo sviluppo sostenibile

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) pubblica un panorama nazionale (in francese e in tedesco) delle attività nel campo dell'educazione allo sviluppo sostenibile (ESS). Questo documento raccoglie diversi dati su provvedimenti e progetti di fondazioni attive nell'ambito dell'ESS, ma anche di Cantoni e organizzazioni del mondo del lavoro. Tale panoramica viene a completare il rapporto pubblicato nella primavera 2011 "Éducation au développement durable dans la formation professionnelle. État des lieux" (in francese e in tedesco).

29.02.2012

Promozione di progetti di sviluppo UFFT: nuovi documenti

La promozione di progetti del centro di prestazioni della formazione professionale dell'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), ha aggiornato la documentazione relativa all'inoltro di domande. È previsto l'utilizzo della nuova versione a partire dal 1° marzo 2012 (con un periodo transitorio fino al 30 giugno 2012). Ecco i principali cambiamenti:
- la "Disposizione sulla concessione delle sovvenzioni federali secondo gli articoli 54 e 55 LFPr" sostituisce il documento "Richieste di contributi: Guida per i richiedenti" (edizione settembre 2011);
- il formulario per la domanda di contributo e il modulo relativo ai costi saranno d'ora in poi correlati e metteranno entrambi l'accento sugli obiettivi del progetto, sulle disposizioni e i costi corrispondenti;
- il formulario relativo all'avanzamento del progetto e al rapporto finale è stato uniformato, il che permetterà di snellire le procedure.

29.02.2012

Settore Questioni di fondo e politica dell'UFFT: nuova direzione

Il settore Questioni di fondo e politica dell'UFFT si occupa dell'elaborazione di documenti di base a lungo termine, è responsabile della pianificazione strategica e traduce le innovazioni in fatti concreti. L'UFFT ha recentemente aperto il concorso per il posto di responsabile di questo settore. Dal mese di maggio, l'attuale caposettore in carica dal 2003, Dani Duttweiler, assumerà una nuova funzione a capo dello stato maggiore presso l'Ufficio cantonale zurighese dell'insegnamento secondario superiore e della formazione professionale (Mittelschul- und Berufsbildungsamt). Duttweiler sarà supervisore dei progetti e preparerà i dossier per il capoufficio che rappresenterà in seno a conferenze e gruppi di lavoro.

29.02.2012

Ordinanza federale di Parrucchiere CFP

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha pubblicato l'ordinanza federale sulla formazione professionale di base Parrucchiere CFP, fissando la sua entrata in vigore al 1° gennaio 2012. La documentazione è disponibile sul sito dell'UFFT. Il piano di formazione sarà a sua volta disponibile sul sito di Coiffure Suisse.

29.02.2012

Ordinanze in consultazione

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ha aperto la consultazione delle modifiche del piano di formazione relativo alla formazione professionale di base di operatore in automazione AFC. La modifica concerne la procedura di qualificazione: un punto dell'esame parziale sarà spostato. Tale spostamento influenzerà solo minimamente il calcolo della nota ed entrerà quindi in vigore già a partire da quest'anno. Se entro il 20 marzo 2012 non vi sarà nessuna presa di posizione contraria alla modifica, l'UFFT considererà la modifica accettata.

29.02.2012

Viscom: congresso sulla formazione professionale 2012

Il 27 gennaio scorso, in occasione della quarta edizione del congresso Viscom, oltre 70 responsabili della formazione e docenti delle scuole professionali si sono riuniti ad Aarau. La documentazione del congresso, ovvero relazioni e riassunti di quel che è risultato dai vari workshop, sono ora consultabili on-line. Il prossimo congresso si terrà, sempre ad Aarau, il 25 gennaio 2013.

29.02.2012

Carriera OSS: primi risultati

Un'inchiesta sulla pianificazione della carriera degli operatori socioassistenziali del terzo anno di formazione (2010/11), effettuata dall'Istituto universitario federale per la formazione professionale e da OdASanté in tutte le regioni linguistiche, ha rivelato che un intervistato su tre dopo la formazione intende lavorare come operatore socioassistenziale. Viceversa, due anni dopo la formazione, solo uno su sette vuole continuare l'attività di operatore socioassistenziale. Uno su due, prima o poi, vuole proseguire la carriera professionale seguendo una formazione a livello terziario sempre nel settore sanitario. Questo è quanto emerge dal rapporto intermedio.

29.02.2012

VS: contratto di partenariato nel settore sanitario

Dal 1° gennaio 2012 sussiste un contratto di partenariato per gli stage (francese/tedesco) degli operatori socioassistenziali OSS. Le persone in formazione possono acquisire le competenze per le quali non vengono istruite nell'azienda formatrice, lavorando in un'azienda partner. Facenti parte della rete di aziende formatrici sono l'Ospedale Wallis, l'organizzazione del mondo del lavoro Gesundheit und Soziales Wallis (OrTra SSVs), la Walliser Vereinigung der sozialmedizinischen Zentren e la Vereinigung Walliser Alters- und Pflegeheime (VWAP). La collaborazione alleggerisce l'onere amministrativo. OrTra SSVs propone inoltre la sua piattaforma online per agevolare il contatto.

Formazione professionale superiore e continua

29.02.2012

Regolamento in consultazione

La Commissione svizzera Formazione dei formatori (CS FFA) ha sottoposto all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) un progetto di modifica del regolamento concernente l'esame professionale federale superiore di responsabile di formazione con diploma federale.
Ulteriori informazioni

29.02.2012

Studio sull'educazione formale degli adulti in Europa

Realizzato nel contesto del piano d'azione della Commissione europea sull'educazione e la formazione degli adulti (2007-2010), il Rapporto Eurydice L'éducation formelle des adultes: l'apprentissage tout au long de la vie en pratique passa al vaglio le possibilità di educazione e formazione per gli adulti meno qualificati. Il rapporto tratta inoltre le politiche e le misure atte a promuovere la partecipazione degli adulti all'insegnamento superiore. Questo studio richiama l'attenzione su diversi problemi di fondo con i quali i paesi europei sono confrontati, quali le misure finanziarie adottate al fine di favorire la partecipazione degli adulti all'educazione e alla formazione formale.

Formazione generale e scuole universitarie

29.02.2012

Università svizzere meno autonome rispetto a quelle estere

Uno studio recentemente pubblicato della European University Association (EUA) dimostra che le università svizzere potrebbero essere più autonome. Secondo l'EUA, rispetto ad altri paesi europei, la Svizzera potrebbe concedere alle proprie università più spazio nella scelta dei direttori e dei consigli universitari, nonché nel quadro del finanziamento e della selezione degli studenti. D'altro canto, le università svizzere sarebbero molto autonome per quanto riguarda invece la nomina di eccellenti professori.

29.02.2012

Iniziativa sulle borse di studio

In gennaio, dopo una raccolta di 115 000 firme, l'Unione Nazionale Studentesca Svizzera (UNSS) ha presentato alla Cancelleria federale la sua iniziativa sulle borse di studio. Con quest'iniziativa l'UNSS mira all'armonizzazione del sistema di borse di studio a livello nazionale. Anziché rivendicazioni di diritto, durata e importo delle borse di studio, l'associazione vuole una legge federale che disciplini l'assegnazione e il finanziamento di aiuti alla formazione per il livello terziario. Un'altra posizione (francese) è quella della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione, che ha aderito al concordato sulle borse di studio del 2009. Il concordato, che sinora è stato ratificato da otto Cantoni, prevede un'armonizzazione nei Cantoni aderenti a partire dalla decima adesione.

29.02.2012

LU: l'Università deve offrire di più

Stando a un rapporto di pianificazione del Governo cantonale di Lucerna, l'Università di Lucerna deve ampliare la sua offerta. La domanda più consistente a livello nazionale riguarda in particolare i rami delle scienze economiche e della psicologia. Il Governo cantonale intende far fronte alla domanda consolidando la piazza economica lucernese. È prevista la creazione di una quarta facoltà per le scienze economiche (finora: teologia, scienze giuridiche, scienze culturali e sociali). L'Università pianifica inoltre di ampliare il settore di ricerca delle scienze della salute.

Orientamento

29.02.2012

CSFO Edizioni: nuove pubblicazioni

Da ora sono disponibili nuovi documenti informativi sulle professioni. Un nuovo opuscolo il lingua francese presenta la professione del medico, gli studi necessari e i requisiti richiesti dall'attività. Sempre in francese vi è inoltre un nuovo pieghevole che illustra l'attività del formatore d'adulti. In tedesco è stato pubblicato il nuovo depliant Berufe der Steinbearbeitung, che presenta le professioni dello scultore su marmo, del marmista e dello scalpellino da laboratorio. Per ulteriori ragguagli sui nuovi media e ordinazione online si veda www.shop.csfo.ch. CSFO Edizioni offrono inoltre consigli e suggerimenti sulle pubblicazioni più confacenti, o meno, all'ambito dell'orientamento professionale, negli studi e nella carriera.
Per saperne di piu

29.02.2012

eDoc è consultabile

eDoc, la documentazione elettronica per l'orientamento professionale, universitario e di carriera è consultabile dal 15 febbraio 2012. Durante la prima fase di funzionamento l'accesso a eDoc è riservato esclusivamente ai collaboratori e alle collaboratrici degli uffici pubblici di orientamento. Per ora le informazioni presenti nella banca dati sono in francese e in tedesco, la possibilità di una versione in italiano è in fase di valutazione. I documenti e i link attualmente disponibili concernono la formazione professionale di base (AFC e CFP), gli esami federali di professione con attestato professionale federale (APF) e gli esami professionali superiori con diploma federale (EPS). Le informazioni relative agli altri livelli di formazione e ai temi generali di Swissdoc saranno inserite in un secondo tempo.
L'iscrizione a eDoc può essere effettuata attraverso il portale www.orientamento.ch. Una breve descrizione di eDoc è disponibile sul sito Internet del CSFO.

29.02.2012

ESPOprofessioni, una finestra sul mondo del lavoro

Prevista tra il 12 e il 17 marzo a Lugano, la decima edizione della rassegna ticinese sul mondo professionale propone a studenti, insegnanti e genitori una panoramica realistica delle possibilità di formazione professionale esistenti in Ticino e, in parte, nel resto della Svizzera. Negli appositi stand, allestiti dai vari enti, associazioni professionali e scuole presenti, è offerta la possibilità di osservare, di informarsi e di intrattenere colloqui con persone in formazione, studenti, responsabili della formazione e specialisti del settore. Ospite d'onore dell'edizione 2012 sarà la Scuola d'ingegneria di Changins (VD).
Ulteriori informazioni

29.02.2012

Sito web specializzato nella ricerca di posti di formazione

Multicheck ha lanciato un sito web di nome Gateway (tedesco), nel quale i giovani possono creare un dossier di candidatura elettronico e le aziende proporre posti di formazione a chi ne sta cercando uno. L'offerta di base per i giovani è gratuita, mentre diversi test attitudinali e profili dalla forma particolarmente attrattiva sono a pagamento. Il sito è ancora in costruzione. Sono ancora pochi i posti di formazione finora pubblicati.

Mercato del lavoro

29.02.2012

Leggero aumento dell'immigrazione proveniente dagli stati UE/AELS

Secondo l'Ufficio federale della migrazione, nel 2011 l'incremento della proporzione degli immigrati provenienti dagli Stati dell'UE-27/AELS rispetto all'anno precedente (3,3%) è stato del 4,1%. A fine dicembre 2011, l'effettivo della popolazione proveniente dagli Stati UE-27/ AELS residente in Svizzera era di 1 147 185 persone. Il numero totale dei cittadini stranieri residenti in Svizzera indicava 1 772 279 unità. Nel 2011 sono immigrate 142 471 persone, fatto che ha comportato un leggero aumento dell'immigrazione rispetto all'anno precedente (134 171). Nel 2011 sono emigrate 64 038 persone straniere, un numero leggermente inferiore a quello rilevato nel 2010 (65 523). Il maggior numero dei nuovi immigrati proviene dalla Germania, dal Portogallo, dal Kosovo, dalla Francia e dall'Eritrea.
Ulteriori informazioni

29.02.2012

Costi del lavoro: netti divari in Svizzera

Nel 2010 i costi orari medi del lavoro ammontavano a 56 franchi per l'insieme delle imprese attive nel settore secondario e terziario. Essi comprendono salari e retribuzioni (83,7%), contributi sociali a carico dei datori di lavoro (15%) e altre spese, segnatamente quelle per la formazione professionale e l'assunzione (1,3%). Secondo le nuove stime dell'Ufficio federale di statistica, questi costi variano a seconda del ramo economico: 84.50 franchi all'ora per le attività finanziarie e assicurative, 65.60 franchi all'ora nel settore elettrico, 49.10 franchi all'ora nell'edilizia e 34.40 franchi all'ora nel settore alberghiero e della ristorazione.

29.02.2012

Il lavoro temporaneo nel 2011 aumenta di ben 10%

Secondo una prima stima dell'associazione mantello Swissstaffing, il lavoro temporaneo è aumentato di ben 10 % rispetto al 2010. Ciò significa che il 2011 è stato l'anno migliore nella storia del lavoro temporaneo svizzero. Questo andamento ha tuttavia accusato un calo, registrando costanti flessioni dei tassi di crescita, fino a segnare, nell'ultimo trimestre, un valore negativo. Nel dicembre 2011 il volume del lavoro temporaneo ha registrato un tasso di crescita negativo pari all'1,7%.
Ulteriori informazioni

Integrazione professionale

29.02.2012

Aiuti finanziari ancora necessari

Gli aiuti finanziari per la custodia dei bambini complementare alla famiglia rispondono ancora a una grande domanda. L'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) comunica che nel corso del nono anno dall'entrata in vigore della legge sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia sono state inoltrate 330 domande. Il totale degli aiuti approvati nell'arco dei nove anni è di 1999. Con questi aiuti la Confederazione ha contribuito alla creazione di 35'600 nuovi posti per la custodia di bambini. Ciò corrisponde a un aumento del 70% dell'offerta di posti stimata. Al momento si stanno valutando altre 132 domande.
Ulteriori informazioni

29.02.2012

La politica svizzera dell'integrazione è sulla retta via

In uno studio dell' Organisation for Economic Cooperation and Development (OCSE), la politica attuata dalla Svizzera per integrare i migranti ottiene buoni voti. Lo studio evidenzia un deficit per quanto riguarda singoli gruppi come, ad esempio, bambini e giovani con un background migratorio, donne con bambini piccoli e persone immigrate per ragioni umanitarie. Lo studio raccomanda di sviluppare norme minime valide a livello intercantonale. La Confederazione intende consolidare, insieme ai Cantoni, la promozione dell'integrazione. Il tasso di occupazione degli immigrati in Svizzera è il più elevato tra tutti i Paesi dell'OCSE. Il 27% delle persone in età lavorativa è nato all'estero.
Ulteriori Informazioni

Varie

29.02.2012

Messaggio ERI sul finanziamento della formazione

Il Consiglio federale ha approvato il messaggio ERI 2013-2016 lo ha inoltrato al Parlamento. Il messaggio ERI è lo strumento di pianificazione più importante della Confederazione per il settore dell'educazione e della ricerca. Nella sua presa di posizione la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione CDPE (tedesco), valuta positivo il fatto che nei prossimi quattro anni, per la prima volta la Confederazione contribuirà nella misura del 25% alle spese pubbliche per la formazione professionale. Ciò rappresenta un successo anche quanto concerne il processo dei masterplan, con cui da qualche anno la Confederazione e i Cantoni elaborano progetti per i settori di responsabilità comune della formazione professionale e per le scuole universitarie professionali. La CDPE ribadisce però che gli obiettivi relativi alla partecipazione da parte della Confederazione per quel che riguarda le scuole universitarie professionali e le università cantonali non sono stati soddisfatti.

29.02.2012

Terminologia della formazione svizzera in 4 lingue

Durante la traduzione inglese del Rapporto sull'educazione 2010, le autorità responsabili per la formazione della Confederazione e dei Cantoni hanno sviluppato una terminologia inglese uniforme in collaborazione con esperti internazionali. L'elenco dei termini ha la peculiarità di considerare il sistema svizzero della formazione e di facilitare contemporaneamente la comprensione a un pubblico internazionale. Esso presenta la terminologia in tedesco, francese, italiano e inglese; funge quindi da strumento utile nella traduzione.