25.09.2019

Integrazione professionale

Mancano stimoli per i pensionati

La rivista Beobachter dedica un articolo al tema delle persone in età pensionabile e alla "mancanza di stimoli" per continuare a lavorare anche dopo il ritiro dalla vita professionale. Economia e politica farebbero ben poco perché i pensionati continuino a esercitare un'attività lavorativa. Attualmente, sono 180'000 i pensionati che conseguono un reddito da lavoro, ovvero il 20% delle persone di età compresa tra i 65 e i 74 anni. Oltre la metà di queste avrebbe però un grado di occupazione inferiore al 50%. Per di più, è già considerato professionalmente attivo chi lavora un'ora la settimana o svolge un'attività non retribuita in un'azienda a conduzione familiare.