Newsletter del 21.06.2017

Notizie di attualità del 21.06.2017

Formazione professionale di base

Il mercato dei posti di tirocinio si mantiene stabile

Come negli anni precedenti, ad aprile 2017 il mercato dei posti di tirocinio si presenta piuttosto stabile. Rispetto al 2016 l'offerta di posti di tirocinio è rimasta invariata, mentre sono aumentati sia la domanda sia il numero di giovani che devono scegliere il proprio percorso formativo. Questo è quanto emerge dalle ultime stime del barometro dei posti di tirocinio della SEFRI.
Comunicato stampa della SEFRI
Presa di posizione (francese/tedesco) dell'USS (Unione sindacale svizzera)

Formazione professionale di base per adulti: prossime tappe

La SEFRI ha valutato i risultati di due indagini conoscitive: sulla versione rielaborata della guida per la validazione degli apprendimenti acquisiti nella formazione professionale di base e sulla bozza del nuovo manuale Formazione professionale di base per adulti. I pareri sono prevalentemente positivi. La SEFRI desidera tenere conto delle reazioni e impostare la guida sulla validazione in modo più ampio. La guida sarà rielaborata nella seconda metà del 2017 e sottoposta a consultazione nel 2018. Nel frattempo resta in vigore il testo attuale.
Circolare della SEFRI

Postulato: più stage d'orientamento e d'osservazione per le professioni MINT

Un postulato, inoltrato nel novembre 2015, chiede al Consiglio federale di presentare al Parlamento un rapporto sull'offerta di posti di stage d'orientamento e d'osservazione nei settori MINT e di elencare i possibili metodi per aumentare il numero di posti. Nella risposta del 26 agosto 2015, il Consiglio federale fa notare che spetta alle associazioni dei singoli settori promuovere le professioni. Spiega inoltre che l'intervento dello Stato in questo campo sarebbe controproducente e che nuocerebbe alla disponibilità delle aziende a formare nuove leve. Dopo che il Consiglio federale aveva proposto di respingere il postulato, il Consiglio nazionale (tedesco) lo ha accettato il 15 giugno 2017.
Risposta del Consiglio federale

Cooperazione internazionale in materia di formazione professionale

La cooperazione bilaterale con l'India (realizzata tramite Skillsonics, in collaborazione con le organizzazioni di esperti come lo IUFFP e Swissmem) mira a rafforzare la competitività delle imprese svizzere in questo paese e a offrire una formazione professionale con un forte orientamento al mercato del lavoro alle nuove leve indiane (si veda SEFRI-News 5/2017, p. 10-11). In occasione del 2° incontro nazionale degli stakeholder sulla cooperazione internazionale in materia di formazione professionale, che si terrà il 14 settembre 2017 a Bienne, diversi attori parleranno delle loro priorità, dei loro orientamenti e delle loro prospettive (si veda SEFRI-News 5/2017, p. 6).

Riparatore di calzature CFP: abrogazione dell'ordinanza

Visto il poco interesse per la formazione di riparatore di calzature CFP, l'Association Pied & Chaussure richiede alla SEFRI di abrogare per il 1° gennaio 2018 l'ordinanza del 1° ottobre 2010. Salvo parere contrario dei partner espresso entro il 14 luglio 2017, la SEFRI abrogherà l'ordinanza. I documenti possono essere scaricati da questo link.

Serie di promemoria del CSFO "Basi legali, aiuto alla pratica della formazione professionale"

La serie di promemoria "Basi legali, aiuto alla pratica della formazione professionale" fornisce un quadro chiaro e comprensibile dei complessi rapporti giuridici relativi al settore della formazione professionale. La serie, basata sull'opuscolo "Basi legali, aiuto alla pratica della formazione professionale" di Franz Dommann, è più approfondita rispetto agli altri promemoria del CSFO. Il contenuto è stato rielaborato, completato e suddiviso nei tre promemoria seguenti: "Il contratto di tirocinio e il contratto individuale di lavoro", "Il diritto della formazione professionale", "Il diritto pubblico del lavoro e il diritto del contratto collettivo di lavoro". I promemoria vengono elaborati e regolarmente aggiornati dal CSFO in collaborazione con gruppi di lavoro, organi specializzati, la SEFRI o la SECO.

Rivista Folio: sport e formazione professionale

L'edizione 3/2017 della rivista Folio (tedesco) affronta il tema dell'educazione fisica stabilita per legge. Cerca cioè di comprendere il significato di quell'ora di sport. I docenti di sport sono confrontati con condizioni molto diverse per quel che concerne gli allievi: per alcuni i 45 minuti di educazione fisica sono molto duri, mentre altri, più attivi dal punto di vista sportivo, non si sentono abbastanza stimolati. Un altro tema trattato è quello delle classi speciali per le giovani speranze dello sport e degli esempi di fuoriclasse che assolvono una formazione professionale.

La rivista della PHZH pone l'accento sulla formazione professionale

Nella rivista Akzente 2/2017, l'Alta scuola pedagogica di Zurigo (PHZH) affronta il tema della formazione professionale e, in particolare, quello dell'apprendimento per le professioni del domani. Un contributo scientifico spiega la transizione dalla scuola alla vita professionale. Il responsabile della formazione professionale del gruppo Bühler AG – che forma 600 allievi – risponde alle domande della redazione. Infine, un reportage accompagna i lettori nella Scuola alberghiera Belvoirpark di Zurigo, dove Manfred Pfiffner, della PHZH, esercita l'attività di esperto.

Guida per promuovere la mobilità delle persone in formazione

Nel 2016 è stata pubblicata la guida "Echange interculturel pendant l’apprentissage: les clés du succès!" (francese/tedesco). La guida propone racconti di esperienze, informazioni e download per facilitare la realizzazione di progetti all'estero. L'associazione mantello Intermundo ha inoltre creato uno strumento per garantire la qualità nello scambio di giovani: il certificato SQS.

IDES: panoramica delle offerte transitorie cantonali 2017/2018

Il Centro informazioni e documentazione IDES della CDPE ha aggiornato il dossier sulle offerte transitorie nei Cantoni per l'anno scolastico 2017/2018. Il dossier fornisce una panoramica sulle offerte transitorie scolastiche, combinate e d'integrazione proposte dai Cantoni e altre informazioni, come ad esempio i costi delle offerte.

IDES: oggetti parlamentari cantonali, giugno 2017

Il Centro informazioni e documentazione IDES della CDPE pubblica un elenco completo degli oggetti parlamentari nel quale figurano i lavori attuali nel settore della formazione. L'elenco contiene tutte le tematiche, dalla scuola dell'obbligo alle scuole universitarie, passando per la formazione professionale, il livello secondario II e la formazione continua.
Documentazione parlamentare relativa alla politica formativa 6/2017

Raccomandazione della CSFP per il riconoscimento dei diplomi di lingua straniera

Lo scorso mese di maggio, l'Assemblea plenaria della CSFP ha approvato la Raccomandazione n. 11 "Diplomi di lingue straniere riconosciuti nell'ambito della maturità professionale e della formazione commerciale di base AFC", che entrerà in vigore il 1° agosto 2017. La cura dei contenuti è stata affidata alla Commissione della formazione professionale di base della CSFP, la verifica delle tabelle di conversione alla Table Ronde Ecoles Professionnelles.

Germania: chi interrompe gli studi intraprende spesso una formazione professionale

In Germania, il 29% degli studenti interrompe i propri studi (il 32% nelle università e il 27% nelle scuole universitarie professionali). Sei mesi dopo aver abbandonato gli studi accademici, il 43% di questi studenti ha intrapreso una formazione professionale, mentre il 31% è professionalmente attivo. Il Ministero federale dell'istruzione e della ricerca (BMBF) ha adottato misure atte, da un lato, a sviluppare il programma di orientamento professionale nella scuola e, dall'altro, a migliorare le condizioni quadro necessarie sia alla riuscita negli studi sia all'accesso a una formazione professionale duale nel caso di un'interruzione degli studi.

Germania: riconoscimento di titoli esteri

Con la legge sul riconoscimento dei titoli (Anerkennungsgesetz), nel 2012 la Germania ha stabilito per la prima volta un diritto legale generale alla verifica di qualifiche estere, indipendentemente dallo stato sociale e dalla nazionalità del candidato. Con questa legge si intendeva migliorare l'integrazione nel mercato del lavoro, adeguare l'attività lavorativa al livello di formazione e rafforzare il controllo dell'immigrazione. Ora, cinque anni dall'entrata in vigore, una valutazione indipendente conclude che i propositi vengono rispettati e che le misure sono redditizie.

Germania: il futuro della formazione professionale

In base agli elementi centrali del sistema duale, la rivista BWP 3/2017 illustra le prospettive di sviluppo della formazione professionale per rafforzare il pilastro centrale della qualifica dei professionisti in Germania e prepararlo al futuro. A causa del calo della domanda e della sempre maggiore concorrenza accademica, i redattori si domandano se il modello duale si stia indebolendo.

Formazione professionale superiore e continua

Vigilanza degli esami federali

Ogni anno circa 23'500 persone sostengono un esame federale di professione o un esame professionale federale superiore. La funzione di vigilanza esercitata dalla SEFRI prevede il controllo a campione di sessioni d'esame nonché il contatto e lo scambio tecnico con gli organi responsabili degli esami. I regolamenti d'esame approvati dalla SEFRI disciplinano il contenuto e lo svolgimento degli esami, come pure le condizioni di riuscita. Le SEFRI-News 5/2017 descrivono la vigilanza e i contatti della Confederazione, e presentano un'intervista con Ramona Nobs, capo supplente della divisione Formazione professionale superiore della SEFRI. Infine le news pubblicano anche il rapporto "Agenda politica ERI 2017: bilancio e prospettive".

Regolamenti d'esame in consultazione

Le associazioni professionali competenti hanno presentato alla SEFRI i disegni di regolamento concernenti i seguenti esami di professione: specialista d'approvvigionamento; specialista in risorse umane, opzioni gestione del personale nell'azienda, servizi pubblici di collocamento e consulenza al personale, collocamento privato e personale a prestito; estetista, orientamenti estetica medica, estetica benessere; onicotecnico; truccatore; derma-pigmentologo; specialista della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute (SLPS); massaggiatore medicale; tecnico in operazioni di mercati finanziari; consulente in gestione patrimoniale; caposquadra spazzacamino con attestato professionale federale. A questi disegni di regolamento si aggiungono quelli concernenti gli esami professionali superiori d'ICT Security Expert e di fisioterapista per animali con diploma federale. Foglio federale del 7 giugno, del 13 giugno e del 20 giugno 2017

Titoli di studio nel confronto internazionale

La globalizzazione dell'economia e il suo appello alla comparabilità dei diplomi rappresenta una sfida per il particolare sistema parziale della formazione professionale superiore svizzera. Ursula Renold, del Centro di ricerche congiunturali dell'ETH di Zurigo, abbozza possibili soluzioni nell'edizione di giugno del Bollettino ODEC (francese/tedesco) dell'Associazione svizzera dei diplomati delle scuole specializzate superiori. Nello stesso documento è pubblicata la terza parte dello studio sul profilo SSS.

FSEA: pubblicazione dedicata alla formazione continua in Svizzera

La Federazione svizzera per la formazione continua (FSEA) pubblica una seconda edizione aggiornata dell'opera di Regula Schräder-Naef, dedicata alla formazione continua in Svizzera. Disponibile unicamente in tedesco, questa guida pratica fornisce consigli utili su come scegliere la formazione continua più adatta in un paesaggio molto diversificato.

LU: rivista sulla formazione professionale superiore

Nel giugno 2017, l'Ufficio della formazione professionale e continua del Canton Lucerna ha pubblicato per la seconda volta una rivista sulla formazione professionale superiore: l'HBB-Upgrade 2017. La rivista, disponibile anche in versione digitale, è stata realizzata grazie alle inserzioni degli istituti di formazione professionale superiore del Canton Lucerna. La pubblicazione mira a sensibilizzare la popolazione ai vantaggi della formazione professionale superiore. L'edizione attuale è dedicata al finanziamento orientato alla persona, che sarà introdotto dalla Confederazione a partire dal 2018.

Austria: statistica della formazione e della formazione continua

Nel 2016 quasi 200'000 adulti hanno partecipato ai cicli di formazione delle istituzioni austriache e 17'000 ai corsi fi formazione di base e continua, il che rappresenta 2,4 milioni di unità d'insegnamento. La gamma di offerte è stata ampliata negli ambiti delle lingue e delle tecnologie, ma è stata ridotta per quanto riguarda le misure di sostegno al collocamento. L'immigrazione e la digitalizzazione costituiscono delle nuove sfide.
Ulteriori informazioni

Formazione generale e scuole universitarie

Studi di medicina: la procedura di selezione sarà mantenuta

La procedura di selezione per gli studi di medicina sarà mantenuta nella sua forma attuale anche dopo il 2019. La decisione segue al rapporto del Consiglio svizzero della scienza e dell'innovazione, incaricato di valutare l'adeguatezza del test attitudinale. Il rapporto conclude che nella sua forma attuale il test permette di verificare efficacemente l'idoneità agli studi di medicina. Il Consiglio delle scuole universitarie sostiene anche le raccomandazioni espresse dal Comitato permanente riguardanti la medicina universitaria, che mirano principalmente a promuovere le pari opportunità fra i tre gruppi linguistici, garantire la qualità dell'organizzazione del test e misurare la qualità della procedura di selezione lungo tutto l'arco degli studi.
Comunicato stampa

Erasmus plus senza adesione a pieno titolo della Svizzera fino al 2020

Il Consiglio federale rinuncia a perseguire un'adesione a pieno titolo al programma Erasmus plus fino alla fine del 2020 poiché sarebbe troppo dispendioso a livello organizzativo. Intende invece concentrarsi sull'associazione della Svizzera al programma post Erasmus plus, previsto a partire dal 2021.
Interpellanza con parere del Consiglio federale

BE: studiare pedagogia curativa scolastica senza diploma d'insegnamento

A Berna, i futuri studenti di pedagogia curativa scolastica non dovranno più essere titolari di un diploma per l'insegnamento nelle classi ordinarie. Il parlamento cantonale bernese ha approvato una modifica della legge sull'alta scuola pedagogica germanofona. D'ora in poi saranno ammesse anche le persone titolari di un diploma in logopedia, in terapia psicomotoria o di un bachelor in un campo di studio affine.

Orientamento

Formazione continua del CSFO: posti vacanti per la seconda metà del 2017

Nel quadro del programma di formazione continua del CSFO, vi sono ancora posti disponibili per i corsi seguenti:
- Ab ins Ausland – für junge Berufsleute?;
- Bildung aus der Ferne;
- Berufsbildung im europäischen Kontext;
- Les cleantech: un secteur d'avenir pour la Suisse?;
- Le domaine de l'asile en Suisse;
- Techniques d'entretien pour l'accueil et la gestion de situations complexes.
I corsi con posti ancora disponibili vengono regolarmente aggiornati su www.weiterbildung.sdbb.ch (per le offerte in tedesco) e su www.formationcontinue.csfo.ch (per le offerte in francese).

Agli occupati serve un livello di qualifica più alto

L'importanza degli uffici del lavoro o delle professioni artigianali sta diminuendo nei paesi industrializzati. Come riporta la NZZ, secondo uno studio dell'OCSE (inglese) la quota dei posti di lavoro per cui è richiesto un livello di qualifica medio sta scendendo. Allo stesso tempo, la quota dei posti di lavoro che richiedono qualifiche elevate e basse è cresciuta. Questa dinamica sarebbe riconducibile a un cambiamento strutturale.

TI: progetto della Città dei mestieri

Il Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport sta progettando la creazione di una "Città dei mestieri", che consentirebbe di riunire in un unico polo tutti i servizi inerenti all'orientamento e alla formazione professionale. Il progetto, già previsto nelle linee direttive 2012-2015 del Consiglio di Stato poi congelato a causa dei costi elevati, potrebbe ripartire nel 2018, secondo un articolo della Regione. Attualmente, in Svizzera soltanto il Canton Ginevra possiede una Città dei mestieri (francese).

Mercato del lavoro

KOF: finora la digitalizzazione non ha influito molto sull'occupazione

Durante il periodo 2013-2015, le aziende in Svizzera hanno modificato solo in minima parte i loro effettivi a causa della digitalizzazione. In compenso, si riscontra una certa evoluzione in materia di qualificazione: le aziende hanno registrato in particolare un aumento delle assunzioni di persone titolari di un diploma SUP e SSS come pure di una formazione professionale. Questo è quanto emerge da un'inchiesta rappresentativa (francese/tedesco/inglese) condotta dal KOF (Centro di ricerche congiunturali dell'ETH di Zurigo) presso 1180 aziende.

Integrazione professionale

Formare i rifugiati per la programmazione web al fine di facilitare la loro integrazione

L'associazione Project Integration propone una formazione in programmazione web per i rifugiati residenti a Ginevra. Gli obiettivi della formazione sono l'ottenimento di un certificato di capacità e l'eventuale possibilità di partecipare a uno stage remunerato presso un'azienda. La formazione, dispensata gratuitamente, è aperta alle persone che hanno buone conoscenze del francese o dell'inglese. I corsi sono tenuti da specialisti volontari del mondo professionale. È inoltre offerto un corso d'informatica per principianti. Project Integration prevede di estendere la formazione anche a Losanna (per maggiori informazioni: link). Va sottolineato che progetti simili sono stati lanciati a Berna e a Zurigo dall'associazione Powercoders.

Consulenza telefonica nell'ambito dell'alfabetizzazione

La fondazione SAGS (Stiftung für Alphabetisierung und Grundbildung Schweiz) ha lanciato una helpline gratuita, chiamata Alfatelefon. Il servizio è rivolto alle persone con o senza background migratorio che non dispongono di sufficienti conoscenze di una lingua nazionale, che necessitano di recuperare delle competenze scolastiche o la cui formazione professionale è incompleta o generalmente non riconosciuta. Gli interessati vengono informati in merito a istituzioni di formazione o servizi regionali, offerte di formazione, costi dei corsi e possibilità di finanziamento. L'introduzione di quest'offerta nella Svizzera italiana e francese è prevista per il 2018.

Rivista Sécurité sociale: 7a revisione AI

La 7a revisione AI mira segnatamente a migliorare l'integrazione professionale delle persone con disturbi psichici. Lo scorso 15 febbraio il Consiglio federale ha approvato il relativo messaggio e l'ha sottoposto al Parlamento. Nella sua ultima edizione, la rivista Sécurité sociale (francese/tedesco) descrive i diversi aspetti della revisione e ne spiega l'obiettivo: ai giovani adulti e agli assicurati affetti da malattie psichiche sarà concessa una rendita solo se il loro potenziale di riadattamento è interamente esaurito e un riadattamento risulta impossibile per ragioni di salute.

Compasso: nuovo certificato medico in elaborazione

L'associazione Compasso (francese/tedesco) sostiene le imprese che s'impegnano liberamente a favore della reintegrazione professionale delle persone con problemi di salute. Oggi si contano 68 organizzazioni e aziende che occupano oltre 350'000 collaboratori. Attualmente, datori di lavoro e medici stanno sviluppando congiuntamente un certificato medico unico e le descrizioni dei posti corrispondenti. Lo scopo è inoltre quello di ottimizzare, sulla base di un accordo tipo, la collaborazione tra datori di lavoro, assicurazioni di indennità giornaliere e casse pensione nella fase d'intervento tempestivo.

COSAS: dossier sul lavoro nei servizi sociali

Come far fronte alle elevate esigenze e ai compiti sempre più estesi nel settore dell'assistenza sociale? L'ultimo numero di ZESO, la rivista della Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale (COSAS), dedica un dossier al lavoro nei servizi sociali. Presenta inoltre uno studio sugli effetti dei programmi d'integrazione come pure un'intervista rilasciata da Jean-Michel Bonvin, sociologo dell'Università di Ginevra. Lo specialista accoglie i programmi di attivazione e di formazione, ma rivendica anche delle azioni da parte del mercato del lavoro. La rivista ZESO è pubblicata in tedesco con una selezione di testi disponibili in francese.

Varie

Austria: qualità della scuola e salute

Al fine di promuovere in modo sostenibile la salute di tutti gli attori della vita scolastica, sarebbe opportuno integrare la promozione della salute e la prevenzione nello sviluppo della scuola. L'opuscolo gratuito "Schulqualität und Gesundheit", pubblicato in Austria, propone alcuni spunti per l'attuazione nella pratica scolastica.